Loggia Hungaria, Cicchitto: «Situazione paradossale»




«Situazione paradossale intorno alla cosiddetta loggia Segreta Hungaria. A suo tempo quando uscirono gli elenchi della P2 ci fu uno scatenamento di indagini. Adesso invece sembra che tutti hanno paura di farle. Così anche nella trasmissione televisiva di ieri da un lato Amara si fermava sempre a mezz’aria, accennava a rivelazioni e poi non le portava fino in fondo, addirittura parlava sempre di associazione e mai di loggia. Dall’altra parte però coloro che lo avrebbero dovuto incalzare cioè Mieli Fittipaldi e Massari a loro volta si fermavano sempre a metà con le loro domande. Così quando Amara ha detto che alcuni magistrati avevano fatto cose che con i comuni mortali avrebbero comportato l’arresto la muta dei segugi ha mugolato ma non lo ha addentato. Nel contempo tutto è sospeso a mezz’aria per ciò che riguarda le indagini giudiziarie. Insomma di capire cosa è stata davvero questa loggia o associazione Hungaria sembra che tutti hanno una grande paura di saperlo. Se ne parla a scopi mediatici ma ci si guarda bene dal fare indagini degne di questo nome».


Fabrizio Cicchitto

0 commenti