Lory Del Santo si confessa: «Pentita di aver detto di no a Trump»

Aggiornato il: giu 14


«Un uomo a cui ho detto no e poi me sono pentita? Donald Trump! Mi è dispiaciuto poi, tornassi indietro avrei voluto fare un esperimento. Ci penso ogni tanto, ma perché gli ho detto no? Ad un certo punto se uno ti corteggia è perché gli piaci, quindi devi decidere, un corteggiamento non può essere troppo lungo. Trump sa corteggiare, è bravo, tutti gli uomini quando sono ricchi ti dicono vieni da me, lui invece è generoso in questo, ti raggiunge. Molti uomini danno direttamente appuntamento in una stanza da letto, Trump invece è uno che per ottenere si concede. Gli ho detto di no perché in quel periodo stavo chiudendo una storia e non ero liberissima. Io non tradisco. E invece a volte bisogna anche tradire per sperimentare. Ma io non sono capace. Tradimenti subiti? Certo che ce ne sono stati. Ma a me non piace soffrire. Ho pianto tanto per amore, fiumi di lacrime, ma quando ti accorgi che le lacrime sono sprecate, smetti di piangere». Questa la confessione di Lory Del Santo a I Lunatici, su Rai Radio 2. E parlando del suo lockdown ha detto: «Questi mesi li ho vissuti preparando un trasloco, ho cambiato casa con grande dispiacere, abitavo lì a Milano da molti anni, mi sono trasferita in una casa più piccola, ho dovuto pianificare il restringimento di tutti i miei averi. Da quattro armadi sono passata ad uno. Ho regalato tante cose, la palestra l'ho regalata a Giacomo Urtis, avevo lo step, la bicicletta, diverse cose. Bisogna regalare, a me non piace buttare. Regalare a chi è contento di avere certe cose ed io di persone felici ne ho trovate molte. Le mie scarpe? Alcuni feticisti mi scrivono che vorrebbero comprarle usate. Io ho sempre usato tacchi chilometrici. C'è un sacco di gente fissata con i piedi, ma io le mie scarpe cerco di piazzarle a donne con il mio stesso numero, ma devono essere abbastanza giovani, perché io per un certo periodo non andavo neanche al bagno senza tacchi. Secondo me quella dei feticisti magari è anche un'invenzione che usano per attrarre l'attenzione» . Elisa Frigieri

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002