Luigi Barone: 1 Maggio, oggi festa del non lavoro, del lavoro che manca.



"Lavoro. Parola magica. Termine abusato da tutti: politici, istituzioni, sindacalisti, imprenditori. Non c'è alcun intervento pubblico dove non si parli di lavoro, di creare occupazione. Su google è uno dei termini più citati ma nello stesso tempo è quello che manca ai nostri territori, ai nostri giovani, troppo e sempre più spesso costretti ad emigrare per trovare una occupazione, per trovare un degno impiego conseguente agli studi fatti. Purtroppo oggi è la festa del non lavoro, del lavoro che manca. Non bisogna fare più chiacchiere. È indispensabile varare un piano straordinario, utilizzare il Piano di Ripresa e Resilienza per creare lavoro evitando fughe verso nord e verso l'estero. I presupposti ci sono, le risorse anche. Però bisogna agire e non perdere tempo, attivare tutte le procedure per sburocratizzare e semplificare, attraendo così nuovi e immediati investimenti nel Mezzogiorno. I Consorzi Industriali sono pronti a fare la propria parte, la Ficei pure, speriamo battano presto un colpo tutte le altre istituzioni, ad iniziare dal Governo centrale per ridare speranza a migliaia di giovani che sono oramai rassegnati."

0 commenti