Manifestazione a Codogno, i commercianti consegnano le chiavi dei negozi al sindaco


Manifestazione di commercianti e artigiani a Codogno, la cittadina del Lodigiano dove a febbraio si è registrato il primo focolaio di coronavirus, per chiedere la sospensione del lockdown e la riapertura delle attività commerciali. Decine di persone sono nella piazza principale, opportunamente distanziate e con i dovuti dispositivi di sicurezza, mostrando cartelli di protesta, uno dei quali reca la scritta "Il silenzio degli innocenti". Alcuni di loro hanno consegnato simbolicamente le chiavi delle loro attività al sindaco, Francesco Passerini. Codogno e' stata la prima zona rossa in Italia dopo la scoperta del paziente 1 e la prima a chiudere tutti gli esercizi commerciali.


0 commenti