Marco Montecchi (DL), gli italiani non possono fare la fame per errori dei governanti


Noi di Democrazia Liberale vogliamo invitare gli italiani preoccupati per la situazione economica a sostenere la petizione che stiamo preparando, con imprenditori e lavoratori danneggiati dalla sciagurata gestione dell'economia durante la pandemia, per chiedere al Governo di fare chiarezza sulle responsabilità relative e di mettere in campo un sistema adeguato di indennizzi per le famiglie danneggiate. Purtroppo però alla cattiva gestione del Covid si sta aggiungendo una pessima gestione della guerra in Ucraina, con la nostra politica che parla solo di aiuti militari e sanzioni senza riflettere minimamente su come evitare ai cittadini italiani di pagare troppo caro il peso economico di ciò che sta accadendo.


La guerra e le sanzioni hanno conseguenze devastanti per l'economia, in una situazione già grave, ed il risultato sarà che senza serie politiche in materia moltissimi italiani non riusciranno più ad arrivare non alla fine, ma a metà del mese. Per la nostra crescita sono previsti ben due punti in meno; siamo in piena inflazione, con un aumento già in corso dei prezzi che continueranno a salire in modo spropositato, a partire dal caro carburante che è già devastante e può solo peggiorare; l'energia ha costi elevatissimi e le misure che il Governo sta mettendo in atto per contrastare tutto ciò sono risibili quando non discriminatorie, come i bonus benzina che escludono le partite IVA, i lavoratori pubblici e i pensionati.


Noi crediamo fermamente che il primo dovere oggi della politica italiana sia di occuparsi di economia e parlare di quello, nessuno lo sta facendo, ma noi continueremo a denunciarlo, chiamando alla responsabilità soprattutto chi non opera nell'interesse dei cittadini, perché gli italiani non possono finire alla fame per malgoverno."


Lo dichiara Marco Montecchi segretario nazionale di Democrazia Liberale in una nota.

0 commenti