Messico, rinvenuta una fosse con oltre 160 cadaveri nello Stato di Veracruz

Messico, rinvenuta una fosse con oltre 160 cadaveri nello Stato di Veracruz



Sono stati ritrovati un minimo di 166 cadaveri in una fossa comune nello Stato di Veracruz, secondo quanto riportato da fonti della magistratura. «I resti di almeno 166 persone sono stati trovati» nel sito, ha detto ai giornalisti il procuratore di Stato Jorge Winckler. La tomba si trova nel centro di Veracruz, ma sembra che le autorità non rilasceranno la posizione esatta per motivi di sicurezza. Winckler ha inoltre detto che gli investigatori hanno anche trovato duecento articoli di abbigliamento, centoquaranta quattro carte d'identità e altri oggetti personali nel sito da quando sono iniziate le esumazioni l'8 agosto. Con questi oggetti, forse è possibile risalire all'identità dei cadaveri, ma gli specialisti forensi stanno ancora lavorando sulla scena. Al momento si suppone che i corpi siano stati sepolti due anni fa circa.

Si tratta di una delle più grandi fosse comuni scoperte in Messico, dove i cartelli della droga usano spesso tale sistema per seppellire in massa le loro vittime. Per citare un evento simile, nel marzo 2017 un'altra fossa contenente i resti di duecentocinquanta persone era stata trovata nella stessa zona, nota per essere stata usata per anni dai narcotrafficanti per sbarazzarsi dei corpi delle proprie vittime.


di Alessio La Greca

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002