Migranti: gli italiani con Salvini
  • AF

Migranti: gli italiani con Salvini

Il leghista vero leader del governo. Conte e Di Maio offuscati




"Le navi delle ong si cerchino altri porti". Questo il messaggio affidato a un tweet dal ministro dell'Interno, Matteo Salvini, a conferma della linea da seguire sul tema immigrazione. Nessun cambio di rotta, dunque, rispetto alla strategia inaugurata con l'affaire Aquarius che oltretutto sembra aver decisamente ben pagato, come confermano anche i sondaggi realizzati nei giorni immediatamente successivi al niet posto alla richiesta di approdo in uno dei porti della Penisola. I risultati di più di un rilevamento statistico confermano univocamente che gli italiani sono infatti sostanzialmente d'accordo con la posizione assunta dal governo e con le parole del titolare del Viminale. Addirittura tra i 6 e i 7 intervistati su 10 si dicono a favore della decisione di chiudere i porti e per circa il 60% di essi, con la politica inaugurata a partire la scorsa settimana, la popolarità del governo è fortemente aumentata. Se queste percentuali sono tanto più alte considerando i soli intervistati che hanno dichiarato di aver votato Lega o Movimento 5 Stelle, è decisamente significativo il dato sulla popolarità dal momento che anche all'interno degli elettori di altri partiti la porzione di chi comunque ritiene che il Governo ne trarrà benefici non scende quasi mai al di sotto del 50%. Il trend dei sostenitori degli altri partiti di centrodestra è invece molto più vicino a quello delle forze di maggioranza.


Anche per quanto attiene al rapporto con l'Europa nell'ambito di un dossier così sentito e delicato, quasi il 70% degli italiani ritengono che Salvini abbia fatto bene a fare affiorare la necessità che quella dell'immigrazione sia un'emergenza di cui si deve fare carico l'intera Ue, nell'alveo di un rapporto effettivamente egualitario tra i vari Paesi membri. In questo caso le percentuali registrate tra gli elettori di Lega, 5 Stelle e Forza Italia sono pressoché identiche, mentre i soli votanti di centrosinistra si pongono su posizioni differenti.


Insomma, Salvini accelera e gli alleati tentano di tenere il passo, non senza qualche fatica. Emblematica in tal senso la recentissima posizione assunta dal ministro Toninelli, titolare del dicastero delle Infrastrutture e dei trasporti in quota 5 Stelle: "Le navi ong olandesi stazionano da ore in acque libiche in violazione del codice di condotta perché non hanno mezzi e personale adatti a salvare un gran numero di persone. Potrebbero mettere in pericolo equipaggi e naufraghi. L'Olanda le faccia rientrare". Il tutto mentre nel movimento crescono i mal di pancia e il presidente del Consiglio Conte e il vicepremier Di Maio risultano semplicemente non pervenuti, nascosti dall'imponente ombra del leader leghista.


Giuseppe Ariola

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002