Molestie su una bimba di nove anni, richiedente asilo in manette per violenza sessuale

Molestie su una bimba di nove anni, richiedente asilo in manette per violenza sessuale


Non si placa la violenza inflitta dagli immigrati. Dopo l’arresto dell’ucraino ventiseienne responsabile dello stupro avvenuto domenica a Reggio Emilia (link), adesso un nuovo tragico episodio che lambisce il buio della pedofilia. Un richiedente asilo di 24 anni del Mali è stato arrestato dopo un’ordinanza di custodia cautelare spiccata dal gip, per violenza sessuale aggravata, proprio perché compiuta su minore. Con la scusa di offrire alcune patatine, delle merendine, l’aggressore avrebbe avvicinato a sé la bambina, palpeggiandola. I fatti, su cui sta indagando la squadra mobile piacentina, risalgono a qualche tempo fa. La piccola, del Niger, era ospitata nella stessa struttura con la madre. Le molestie sarebbero durate alcune settimane fino a quando la bimba ha deciso di raccontare alla madre cosa le stava succedendo. A quel punto la donna, terrorizzata, ha avvertito la polizia, confidandogli, profondamente scossa, quanto accaduto. I poliziotti, coordinati dal pm, hanno indagato e ascoltato diversi ospiti della struttura. Terminati gli accertamenti, è stata emessa l’ordinanza di custodia cautelare, poi eseguita qualche giorno fa. L'uomo è stato raggiunto in hotel, arrestato e portato alle Novate. Contestualmente gli è stato rifiutato lo stato di rifugiato politico.

E.R.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002