Napoli, accoltellata dall'ex la figlia del camorrista che uccise una bimba in un raid a Forcella

Napoli, accoltellata dall'ex la figlia del camorrista che uccise una bimba in un raid a Forcella



Stava passeggiando con il suo nuovo amore sul lungomare quando è stata aggredita dalla furia cieca dell'ex. Si è salvata per miracolo Morena Albino, 19 anni, raggiunta da cinque coltellate al torace e alle braccia. Quando è arrivata priva di sensi all'ospedale Loreto Mare i medici l'hanno subito soccorsa e sottoposta a un intervento. E Morena ce l'ha fatta a sopravvivere, anche se le sue condizioni restano gravi.


Si trovava di fronte al consolato americano quando Antonio Bocchetti, l'ex ragazzo di 25 anni e padre del figlio della giovane, che era lì ad aspettarla per tentare un riavvicinamento, l'ha vista passeggiare allegramente con il nuovo fidanzato. E non ci ha visto più. L'ha raggiunta e l'ha prima abbracciata e poi, improvvisamente, ha tirato dalla tasca un coltello e l'ha pugnalata. Alcuni ragazzi che hanno visto la scena sono corsi a bloccare un'auto dei carabinieri che si trovava di passaggio, ma nel frattempo l'aggressore è fuggito. I militari dell'Arma l'hanno bloccato poco dopo: aveva ancora il coltello con cui ha sferrato i cinque fendenti alla 19enne. «E’ stato l’ex fidanzato, che mia figlia non voleva più perché era troppo geloso», ha raccontato la madre di Morena. «Questa persona», ha aggiunto la donna, «ha in affidamento anche mio nipote. In quella casa ci sono strilli disumani e mio nipote sta crescendo nella paura. È la mia unica figlia e mio marito è in carcere». La ragazza, infatti, è la figlia di Antonio Albino, il pregiudicato che il 27 marzo del 2004, per ordine del boss Vincenzo Mazzarella, fece irruzione armato a Forcella, il rione popolare di Napoli, e sparò numerosi colpi di pistola contro Salvatore Giuliano. Nel raid morì la 14enne Annalisa Durante, colpita da un pallottola destinata a Giuliano.


Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002