Ncc: stupore e preoccupazione per la condanna del vice ministro Rixi



«Le Associazioni rappresentanti il mondo delle imprese del noleggio con conducente apprendono con stupore e preoccupazione che il Vice Ministro Edoardo Rixi è stato condannato dal Tribunale di Genova per peculato. Le stesse Associazioni si dichiarano sconcertate dopo aver avuto notizia dalla stampa che Rixi avrebbe utilizzato denaro pubblico per finanziare l’acquisto di fumogeni per i tassisti nel corso di loro manifestazioni».

È quanto si legge in una nota delle associazioni delle imprese Noleggio con Conducente: ANC Trasporto Persone, ANITraV, Comitato AIR, FAI Confcommercio, FAI Trasporto Persone, Federnoleggio Confesercenti, FION, Uniti Per L’Italia.


«Le sigle sindacali degli NCC, si legge ancora nella nota, si domandano quanto un rapporto così forte con il settore taxi abbia potuto influire nell’emanazione di norme restrittive sulle attività delle imprese NCC, ritenute anacronistiche ed incostituzionali non solo dalle associazioni del medesimo settore ma anche dall’AGCM, ART e Regioni, nonché ritenute in contrasto con il Diritto europeo dalla Commissione UE che ha avviato una procedura di infrazione nei confronti dello Stato italiano. Le associazioni NCC si augurano che il Vice Ministro Edoardo Rixi possa dimostrare la propria innocenza anche per riportare serenità alle imprese del noleggio con conducente e nei futuri tavoli tecnici istituzionali».

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002