Oltre cento mici morti in un incendio nel gattile di Rho

Oltre cento mici morti in un incendio nel gattile di Rho



Oltre cento mici sono morti per un incendio che ha colpito il gattile di Rho, in provincia di Milano, provocando anche la morte di tutti i cuccioli. I gatti che non erano al chiuso e alcuni cani sono riusciti a salvarsi, per gli altri non c’è stato nulla da fare. Secondo le prime ricostruzioni dei vigili del fuoco sarebbe da escludere la causa dolosa e l’incendio sarebbe da attribuire a un corto circuito del quadro elettrico. La struttura in via Turati è gestita dalla Onlus Dimensione Animale Rho.


Mentre continua il lavoro delle forze dell’ordine, sui social è già partita una movimentazione di solidarietà. Sul gruppo Facebook “Gattile di Rho. Volontari e amici” hanno preso il via varie iniziative e collette per recuperare cibo, offrire assistenza e trovare una sistemazione provvisoria per gli animali che si sono salvati. Una delle responsabili del gattile, Paola Barbieri, ha fatto sapere: «Chiunque voglia collaborare può portare il cibo alla clinica veterinaria Anubis di Pogliano Milanese. Loro provvederanno a farcelo avere. Siamo sconvolti: su 150 animali, saranno al massimo 20 i sopravvissuti. Adesso i vigili del fuoco hanno chiuso l'area e non possiamo avvicinarci, ma abbiamo spostato alcune cucce fuori dalla struttura, in modo che altri gatti eventualmente fuggiti possano comunque trovare un punto di riferimento qualora tornino qui in cerca di cibo. Si sono salvati gli animali che erano già abituati a entrare e uscire, ma i cuccioli sono morti tutti. E per fortuna negli ultimi tre weekend c'erano state molte adozioni, perché altrimenti il bilancio sarebbe stato ancora più pesante. Si sono salvati anche sei cani, che attualmente sono in stallo dalle nostre volontarie. Per loro avremmo bisogno di trovare al più presto delle famiglie adottanti».


Il consigliere comunale Marco Tizzoni è stato uno dei primi ad arrivare sul posto questa mattina. Dopo aver valutato la situazione ha dichiarato: «Il primo pensiero che tutti abbiamo avuto era che si trattasse di un incendio doloso, ma per fortuna sembra che i vigili del fuoco possano già smentire questa ipotesi. È un brutto colpo per tutti gli amanti degli animali, anche perché è crollato il tetto della struttura e quando si riuscirà a spostarlo probabilmente si troveranno altre vittime oltre a quelle già individuate».


Sulla vicenda del gattile di Rho sono arrivate anche le dichiarazioni dei deputati della Lega Fabrizio Cecchetti e Fabio Boniardi, che hanno detto: «Ci auguriamo che l'incendio avvenuto al gattile di Rho sia stato causato da un corto circuito. Una matrice dolosa sarebbe di una gravità inaudita: sia per i danni notevoli che le fiamme hanno prodotto, sia per la strage di mici che si commenta da sola. Confidiamo nelle forze dell'ordine e nei vigili del fuoco, affinché si accerti tempestivamente la verità e, se del caso, le responsabilità».


Dopo lo scoppio dell’incendio, avvenuto intorno alle tre di notte, a lanciare l’allarme è stato un residente della zona, che ha visto il fumo proveniente dal rifugio. Sono immediatamente arrivati sul posto i pompieri e due pattuglie della polizia locale di Rho. Essendo stato escluso l’atto doloso la struttura non sarà sequestrata.


Questi i dati per chi volesse fare una donazione al gattile: c/c 18432 intestato a Dimensione Animale Rho della Banca Popolare di Milano - Agenzia 74 - ABI 5584 - CAB 20500 - CIN E (COD. IBAN: IT42E0558420500000000018432).


Di Giacomo Meingati

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002