Omicidio Zakharchenko, Peskov deciso: “Ci saranno conseguenze”

Omicidio Zakharchenko, Peskov deciso: “Ci saranno conseguenze”


Dmitrij Peskov, portavoce del Cremlino, oggi ha parlato a proposito dell’omicidio del leader dei separatisti filo-russi in Ucraina dell’est: “L’omicidio del leader dell’autoproclamata repubblica popolare di Donetsk (DNR) Aleksander Zakharchenko è stato un atto “infido”, le cui conseguenze saranno inevitabili”, queste le parole di Peskov riportate dall’agenzia di stampa russa Sputnik. La morte è stata il risultato di un omicidio sotto forma di attentato terroristico, avvenuto il 31 agosto con tanto di esplosivi piazzati al centro di Donetsk dove sono rimaste coinvolte altre 13 persone tra le quali l’agente di scorta di Zakharchenko, anche lui deceduto, e il ministro delle entrare Alexander Timofeev, lui solo ferito insieme alle altre 11 persone. Il giorno seguente, aveva confermato la natura terroristica dell’omicidio il portavoce del ministero dell’estero Maria Zakharova, puntando il dito contro il governo Ucraino affermando che ci sarebbe ragione di credere che dietro l’omicidio ci sia il regime di Kiev, il quale “ha usato molte volte metodi simili per eliminare dissidenti e persone sgradite”. Ovviamente Kiev) ha negato qualsiasi coinvolgimento, accusando a sua volta il governo russo. “Non escludiamo un tentativo dei servizi speciali russi per eliminare una figura piuttosto odiosa che, secondo le informazioni in nostro possesso, era ingombrante per i russi", questa la dichiarazione dei servizi segreti ucraini (Sbu).

Indipendentemente dal colpevole una cosa è certa: ora più che mai la situazione tra Mosca e Kiev è ancora più tesa, come conferma lo stesso Peskov sottolineando come eventi di questo tipo non vadano a contribuire ad alleggerire le tensioni nella regione del Donbass o alla soluzione pacifica del conflitto nell’Ucraina orientale. Le conseguenze ci saranno, intanto Mosca aveva aperto un’inchiesta sull’accaduto, ma questo potrebbe essere solo l’inizio.


Niccolò Lumini

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002