Paolo Eusani: per la terza volta si ricandida a Sindaco di Prata D'Ansidonia (AQ)


Buon pomeriggio dott. Eusani, si avvicinano le elezioni. Lei è pronto a candidarsi per la terza volta consecutiva a Prata D’Ansidonia. Come mai questa scelta?

In questi 10 anni di amministrazione comunale abbiamo affrontato moltissime difficoltà: primo fra tutti il sisma del 2009, poi il sisma del 2016 e ciliegina sulla torta, la pandemia. Difficoltà che hanno avuto un grandissimo impatto sulla vita sociale della nostra piccola comunità. I problemi relativi alla ricostruzione post sisma del 2009/2016 sono stati affrontati e la ricostruzione va avanti velocemente. La sfida dei prossimi 5 anni è l’attuazione del PNRR. È importante perciò proseguire l’attività amministrativa anche per procedere con gli investimenti legati ai finanziamenti presi: tra questi i fondi legati al recupero e alla valorizzazione del Castello Camponeschi. I fondi per la rigenerazione urbana saranno principalmente investiti in via Roma, e saranno stanziati anche fondi per la valorizzazione delle attività sportive presso l’area di Settifonti.

Quando ha avuto iniziato la sua carriera politica ?

Sono stato eletto sindaco a 29 anni nel 2012, insieme ad un gruppo di amici e così è proseguito il nostro percorso per 10 anni. L’energia e la forza che richiede la politica, anche in una realtà piccola come la nostra è tanta. Prima si entra a lavorare nell’amministrazione pubblica facendo esperienza, meglio è.

La sua lista civica non ha orientamento politico. Da chi è composta?

Non abbiamo un orientamento politico preciso. Siamo 10 persone con sensibilità politiche sia di destra che di sinistra…in un paese piccolo come Prata questo è inevitabile perchè sennò non si riuscirebbe a comporre una maggioranza. Il mio orientamento politico vira al centrosinistra, sono iscritto al Partito Democratico da sempre.

Quali sono i progetti che avete intenzione di portare avanti per Prata D’Ansidonia?

Prosegue la ricostruzione post sisma 2009, sia pubblica che privata. C’è un piano di investimenti approvato nel 2015 da 110 milioni di euro che va avanti spedito, anche grazie all’aiuto e al sostegno dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione. La sfida dei prossimi 5 anni sarà il recupero e la valorizzazione del Castello Camponeschi, grazie ai fondi del PNRR, dell’area archeologica di Peltuinum, con un cospicuo finanziamento di circa 1 milione di euro per il recupero del teatro romano.

Altro piano d’investimenti di circa 8 milioni di euro, provenienti sia dal pnrr che da fondi sisma per la parte pubblica della ricostruzione. Insomma… di progetti in cantiere ce ne sono, e siamo pronti a lavorare per dare ancora di più nuovo splendore a Prata D’Ansidonia!

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti