Piacenza, barista legata a una sedia e violentata per ore
  • AF

Piacenza, barista legata a una sedia e violentata per ore

Legata, poi picchiata e stuprata per ore, nell’Italia della tolleranza. È caccia all’uomo. Come reso noto oggi, a Piacenza, nella notte tra il 18 e il 19 luglio, in un bar di viale Dante, una barista di origine cinese, è stata letteralmente sequestrata, al momento della chiusura del locale, legata a una sedia e violentata per ore. La donna avrebbe cercato disperatamente di invocare aiuto, e, solo a quel punto, l’aggressore si sarebbe dato alla fuga. Come nel miglior vademecum del vigliacco. Nel giro di qualche minuto, nel locale, sono giunti i carabinieri dell’aliquota Radiomobile e del Nucleo Investigativo, che hanno compiuto i rilievi necessari per ricostruire l’accaduto. La donna è stata condotta in ospedale per la necessaria assistenza medica e psicologica. Intanto gli investigatori, coordinati dal sostituto procuratore, Emilio Pisante, stanno ascoltando diverse persone, per comprendere meglio quanto i fatti e cercare di risalire all’aggressore, di cui, al momento, non c’è traccia. Proprio in queste ore si sta intensificando la caccia all’uomo.


E.R.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002