Principe Carlo: «Coronavirus? Sono stato fortunato»

Principe Carlo: «Coronavirus? Sono stato fortunato»

Aggiornato il: giu 5


Il principe Carlo ha raccontato per la prima volta la sua esperienza con il coronavirus che lo ha colpito, in modo lieve, a marzo. «Io sono stato fortunato. Me la sono cavata abbastanza facilmente, ma l'ho avuto e posso capire cosa passano le persone malate», ha confessato l'erede al trono esprimendo la sua vicinanza a chi ha perso parenti ed amici a causa del Covid-19. «In particolare a chi non ha potuto essere vicino ai suoi cari nel momento della morte. Questa, per me, e' la cosa piu' orribile», prosegue Carlo che si dice «determinato a trovare una soluzione per evitare che altre persone siano colpite». Quale? «Mettere la natura al centro delle nostre economie», spiega il principe 71enne che da anni e' impegnato per la causa ambientalista. Se non impariamo dalla pandemia, e' il messaggio del primogenito della regina Elisabetta, potremmo trovarci di fronte ad un'altra minaccia del genere in futuro: «Piu' continuiamo a consumare il mondo della natura, piu' distruggiamo la biodiversita', piu' ci esponiamo a questo tipo di pericolo».

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002