Rapina a Lanciano: hanno un volto due malviventi

Rapina a Lanciano: hanno un volto due malviventi


Possibile svolta nel caso della rapina nella villa di Lanciano in provincia di Chieti, dove 4 malviventi incappucciati si erano introdotti all’alba di domenica 23 settembre e, dopo aver immobilizzato i padroni di casa, il chirurgo Carlo Martelli e la moglie Niva Bazzan, si sono accaniti su di loro picchiandoli selvaggiamente. Per convincere l’uomo a rivelare l’ubicazione della cassaforte di casa, che in realtà non c’era, hanno poi infierito sulla donna, amputandole il lobo di un orecchio, utilizzando una roncola. I malviventi si erano poi dovuti ‘’accontantare’’ delle carte di credito e dei bancomat della coppia. Tre di loro, prendendo la macchina della signora Bazzan, si erano quindi diretti in un vicino sportello della Ubi Banca in via per Fossacesia, dove avevano prelevato il massimo consentito, ovvero 2000 euro. Proprio questa fase però potrebbe aver consentito agli inquirenti di riconoscerne almeno due. Visionando i filmati è stato possibile- si apprende da fonti investigative- scorgere in modo abbastanza chiaro i volti di due banditi che non si erano coperti a sufficienza il viso. Il punto sulle indagini è stato fatto stamani in un vertice alla Procura di Lanciano terminato alle 11.15 coordinato dal procuratore Mirvana Di Serio. Vi hanno partecipato il capo della Squadra Mobile della questura di Chieti Miriam D'Anastasio e agenti del commissariato di Lanciano.


(Alessandro Placidi)


Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002