Regionali Sicilia, Decio Terrana (Udc): “Il Pd non dà garanzie, il M5S è roba dei circensi”




STEFANO BINI PER IL GIORNALE D'ITALIA

Decio Terrana, classe 1958, è coordinato dell’Udc in Sicilia. Alle prossime elezioni sosterrà il candidato azzurro alla Presidenza Renato Schifani. Tra progetti per risollevare la Regione e stoccate agli avversari, in Terrana si riscontra ancora la vena democristiana dura a morire.

Attaccatissimo alla sua Sicilia, si candida alle prossime regionali del 25 settembre con l’Udc. Perché questa scelta?

«Da Coordinatore Politico dell’Udc in Sicilia avrei avuto tranquillamente la possibilità di essere candidato a Camera o Senato e di andare a Roma, ma questo non sarebbe stato il giusto percorso da seguire dopo quanto realizzato negli scorsi anni. Il Progetto che abbiamo costruito vede l’affermazione di una nuova classe dirigente politica che possa andare a governare prima la Sicilia e poi l’Italia, e per far ciò mi è sembrato giusto dare l’esempio, di rinunciare ad un seggio sicuro per accompagnare i nuovi deputati all’ARS e portare a termine il lavoro fatto in questi anni. La Sicilia ha tante potenzialità e ricchezze, e vogliamo essere determinanti nel rilancio del nostro territorio.»


È sul campo politico da molti anni e sa che bene cosa vuole il popolo siciliano. Renato Schifani, candidato del centrodestra, ce la farà?

«Assolutamente sì. Un grande uomo delle Istituzioni, già Presidente del Senato della Repubblica, dal carattere mite e cordiale che saprà dare ascolto a tutti i partiti e le giuste risposte ai Siciliani. Siamo felici della scelta fatta e siamo pronti per essere al suo fianco per governare la Sicilia.»


Quale sarà il suo modus operandi in questa campagna elettorale?

«In questi anni, ho sempre incontrato le persone di presenza, in ogni angolo della Sicilia ed a qualunque ora del giorno. Non intendo cambiare questo mio modo di fare in campagna elettorale. Ritengo che la vera Politica si fa tra la gente, ascoltando le persone ed i loro bisogni.»


Nell’isola, il Pd è in caduta libera e il Movimento 5 Stelle è ormai scomparso. Vittoria di Schifani nell’aria o vi aspettate sgambetti dall’avversario?

«La vittoria di Schifani non è in discussione, solamente un folle non vorrebbe un uomo di così alto valore umano e professionale come Presidente della Regione. E’ sono certo che i Siciliani sapranno riconoscere questi valori in Schifani e lo sceglieranno. PD e M5S non offrono garanzie e continuano a fornire proposte politiche lontane anni luce dai territori e dai Siciliani. Per cui non mi preoccupano affatto. Diverso è invece il ragionamento su De Luca: mi auguro che i siciliani non si lascino sopraffare dai suoi spettacoli di cabaret e finiscano per votarlo per essere poi traditi come successo qualche anno fa con Grillo ed i suoi Show. Purtroppo la Politica è una cosa seria che dovrebbe essere fatta da persone serie, e non si dovrebbe lasciare alcuno spazio per gli spettacoli circensi.»


Quali sono le proposte dell’Udc in questa campagna elettorale regionale?

«Abbiamo già presentato in lungo ed in largo le nostre proposte che saranno incentrate su interventi mirati relativi all’emergenza rifiuti, poiché i rifiuti da costo devono diventare risorsa per il nostro territorio, porteremo a termine la battaglia iniziata già da anni per l’abolizione del numero chiuso nelle Università, punteremo a un’attenta distribuzione delle risorse per rinforzare infrastrutture e trasporti del nostro territorio, ci occuperemo dell’occupazione giovanile, perché dobbiamo sconfiggere il fenomeno della partenza dei nostri talenti, che devono restare sul territorio per farlo crescere, punteremo ad una Sanità disponibile a tutti.»


Il primo provvedimento che presenterà?

«Visto l’importante ruolo che riveste la Sicilia nel Mediterraneo, la prima proposta sarà l’istituzione dell’Assessorato alle Politiche Estere, che avrà il fine di rafforzare i rapporti con tutti i Paesi Europei e del Mediterraneo che oggi sono destinazione dei nostri prodotti e con i quali è possibile sviluppare politiche di sviluppo comuni.»


Sfatiamo la credenza di una mafia forte in Sicilia o rafforziamo la teoria?

«A noi la mafia non fa paura e la combatteremo in tutti i modi. Siamo persone per bene e sempre dalla parte della tutela del cittadino. Abbiamo liste pulite.»

0 commenti