Sabato a Roma premiati i difensori dei Diritti Umani nel Mondo


Sabato 11 dicembre, alle ore 16.30, all'Auditorium della Chiesa di Scientology di Roma e Mediterraneo, via della Maglianella 375 a Roma, si terrà la prima edizione di Uniti in difesa dei Diritti – Riconoscimento ai difensori dei diritti umani, organizzato, con il patrocinio della Chiesa di Scientology, da Youth for Human Rights International e dall'Associazione Arte e Cultura per i Diritti Umani Onlus.


L'idea alla base di questo evento è quella di mettere l’accento sulle cose positive che ci sono al mondo, in modo che queste trovino sempre più spazio nella comunità, mentre troppo spesso solo gli accadimenti negativi fanno parlare, e dare di conseguenza la giusta attenzione alle Persone di buona volontà che lasciano un segno positivo nella società, lanciando un messaggio di ottimismo e di operosità da opporre allo spaventarsi per le cose brutte che accadono, in modo che le persone possano imparare a reagire alle avversità della Vita e a trovare sempre una soluzione positiva piuttosto che esserne schiacciati.


Si è quindi pensato, nel concreto, di premiare ogni anno, in corrispondenza agli anniversari della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani (questa volta il 73esimo), quattro persone che si sono distinte a livello internazionale per la loro lotta nonviolenta e di bellezza a favore dei diritti di ogni essere umano, a partire dai più sfortunati, e di dedicare la premiazione alla memoria di un eroe di questo campo, Daniele Nardi, Ambasciatore per i Diritti Umani nel mondo, grande alpinista, che diceva di non arrendersi perché "il mondo ha bisogno di persone migliori che facciano sì che la pace sia una realtà e non soltanto un'idea".


Fedele quindi alle parole di Daniele, l'Associazione Arte e Cultura per i Diritti Umani, nata nel 2009 e già responsabile di moltissimi progetti con l'obiettivo di creare un mondo migliore basato sulla cultura dei diritti per tutti, da insegnare fin dalla più tenera età per poter vivere in armonia e pace con gli altri, ha voluto questa prima edizione premiare Giorgio Giannini (presidente Associazione Pacifista e Nonviolenta Centro Studi Difesa Civile), Maria De Sousa (Presidente dell'Associazione Bianco Nero a Colori e fondatrice di W – All Women Magazine), Takoua Ben Mohamed (grande autore di graphic Journalism impegnato) e Ahmad Mansur (presidente dell'Associazione Faro D'Oriente). Come Daniele viaggiava il mondo, anche questi premi rappresentano oriente ed occidente, paesi lontani tra loro, uniti dal messaggio positivo dei Diritti Umani.


L'evento sarà condotto da Veronique Virgilio, sarà necessario il green pass per l'ingresso e per informazioni si potrà scrivere a info@arteculturadirittiumani.org


Di Umberto Baccolo.

0 commenti