Salvatore Buzzi: vorrei un presidente come Sgarbi o Sansonetti, attento al CSM


Capitandomi di parlare al telefono con Salvatore Buzzi per un progetto editoriale sulla storia di Mafia Capitale, non sono riuscito a trattenermi dal fargli una domanda, visto che il mondo della politica lo conosce bene e lo ha frequentato tanto, sul Quirinale.


Secondo te come andrà col Quirinale?


Guarda, uscito di scena Berlusconi, credo che il tipo di figura più realistica sia Casellati, e anche un'altra persona, che tra quelli realistici sarebbe il mio preferito, ma non lo dico per non bruciarlo. Comunque qualcuno di non divisivo, che abbia una storia di dialogo con destra e sinistra, da moderato.


Ma a te che Presidente piacerebbe, a non voler essere realistici ma sognatori?


Guarda, ho un mio elenco personale che pubblicai anche su Facebook. I miei Presidenti dei sogni sono Vittorio Sgarbi, Luigi Manconi, Emma Bonino, Piero Sansonetti, Tiziana Maiolo e perché no, Silvio Berlusconi, che mi dispiace abbia rinunciato. Garantisti, che farebbero non solo il Presidente della Repubblica, ma anche quello del CSM, come loro dovere, concretamente. Cosa altro deve accadere prima che venga sciolto un CSM che risponde solo a logiche correntizie e che produce nomine illegittime prescindendo dal merito? Con uno di questi nomi, accadrebbe subito. E poi, dopo la persecuzione giudiziaria che ha subito, vedere Berlusconi capo del CSM sarebbe stato un contrappasso incredibile.


Di Umberto Baccolo.



0 commenti