• AF

Salvini, Di Maio, Conte: bagno di folla alla parata

Dal nostro inviato


A distanza in tribuna d'onore, l'uno all'estrema destra di Mattarella, l'altro (Salvini) all'estrema sinistra, i due leader non si sono praticamente scambiati una parola. Il capo politico del M5s, in realtà, si è a lungo intrattenuto con il vicepresidente Pd della Camera, Ettore Rosato, che gli sedeva accanto e con il quale ha scambiato battute e risate. Ma è con il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, che Di Maio si è lasciato andare alle risate, fino a doversi coprire il viso per non divenire bersaglio di macchine fotografiche e telecamere.

Salvini, dal canto suo, è stato a lungo impegnato con lo smartphone, senza dimenticare di applaudire i reparti che sfilavano.


Ma la 'star' della giornata è stata senz'altro Giuseppe Conte: il presidente del Consiglio è stato letteralmente assediato dalla folla prima della sua discesa dal palco. E, per non scontentare nessuno, ha improvvisato dei brevi comizi a più riprese. "E' sbagliato rappresentare l'Italia come un paese di corrotti", ha ribattuto con una certa severità a chi gli gridava di cacciare il malaffare dalla cosa pubblica. "Esistono episodi di corruzione come ce ne sono in altri Paesi". Ciò che suona anche come un monito nei confronti di chi, all'estero, si è soffermato nei giorni della crisi politica sui vizi italiani. In ogni caso, "tenete duro, teniamo duro", ha poi aggiunto Conte alzando un pugno a mo' di incoraggiamento. Parole che hanno galvanizzato anche i più 'timidi' tra i presenti, fino a produrre un muro umano davanti alla scaletta dalla quale il premier avrebbe dovuto discendere.


Il servizio d'ordine ha cercato, quindi, un'alternativa, chiedendo al presidente del Consiglio di non cedere alle richieste di selfie, strette di mano e richieste di interventi su questo o quell'aspetto della società. "Presidente, per favore salga in macchina", gli appelli a più riprese degli uomini della sicurezza che, nel frattempo, avevano predisposto un cordone per permettere a Conte di lasciare la piazza. Niente da fare: trovatosi di fronte un bambino di circa sei anni, Conte lo ha issato sul palco d'onore permettendo ai genitori di scattare una foto.


Il Presidente già da ieri è entrato nel pieno del suo ruolo concedendosi ai cittadini quando si è recato a parlare con i disoccupati FedEx.



.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002