Salvini e l'Europa: primo round.
  • AF

Salvini e l'Europa: primo round.

Il Governo deve ancora nascere. E così mentre Lega e Movimento Cinque stelle, già ai tempi supplementari, continuano a lavorare al contratto di programma per il Governo del cambiamento, si consuma - nel primo giorno post-consultazioni - un primo round di scontro a distanza tra Matteo Salvini e l'Europa.

L'occasione è stata lanciata dal commissario europeo alla migrazione Dimitris Avramopoulos che, in mattinata, mentre a Bruxelles si discute della riforma del Trattato di Dublino, dichiara: "Mi auguro che con il nuovo governo non ci siano cambiamenti sulla linea della politica dell'immigrazione”.


A stretto giro arrivano anche le parole del vicepresidente della Commissione Ue, Valdis Dombrovskis che, sull'Italia, dice: "È chiaro che l'approccio alla formazione del nuovo Governo e l'approccio rispetto alla stabilità finanziaria deve essere quello di rimanere nel corso attuale, riducendo gradualmente il deficit e riducendo gradualmente il debito pubblico".


Poche parole ma che piovono come fuoco su Roma dove arriva imminente la replica di Matteo Salvini. "Dall'Europa arriva l'ennesima inaccettabile interferenza di non eletti. Noi abbiamo accolto e mantenuto anche troppo, ora è il momento della legalità, della sicurezza e dei respingimenti".



Intanto in una nota il Quirinale fa sapere che la Presidenza della Repubblica non ha mai posto alcun veto su Giulio Sapelli, nome che nella giornata di ieri era circolato tra i papabili premier del governo M5S-Lega.





Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002