Salvini: «Portatemi a processo, non ho paura né di Conte né di un magistrato»

Salvini: «Portatemi a processo, non ho paura né di Conte né di un magistrato»



Salvini, a Chieti, dà il via alla corsa di Di Stefano alle comunali al teatro auditorium “Supercinema”. «Le sardine come i girotondi e il popolo viola, tutta roba che passa, che dura un ics» dichiara il leader della Lega toccando diversi temi tra i quali il fenomeno dei migranti e le attuali critiche e polemiche sull’ultimo film di Checco Zalone, in uscita nei prossimi giorni nelle sale cinematografiche, “Tolo tolo”. E prosegue: «Spero che il 2020 mi dia la fortuna di essere mandato a processo per sequestro di persona e voglio vedere chi vuole darmi 15 anni, più di uno stupratore, per aver difeso i confini del mio paese, portatemi a processo e con me processate tutto il popolo italiano e voglio vedere chi condanna il popolo italiano, Paolo Borsellino - aggiunge - diceva che chi ha paura muore ogni giorno, chi non ha paura una volta sola. Qui c'e' gente che non ha paura di niente e nessuno. Del buon dio si', ma sicuramente non di Conte ne' di un magistrato italiano». E sulle opposizioni alla Lega e l’attuale governo l’ex ministro parla chiaro. «Questi quattro incapaci lazzaroni di Conte, Di Maio, Zingaretti e Renzi, non dureranno molto a lungo al governo.»

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002