• AF

Scandalo abusi, Weinstein in manette



Il produttore cinematografico, ex "re di Hollywood" Harvey Weinstein, ha lasciato in manette il dipartimento di polizia di New York dove si era consegnato spontaneamente in mattinata.

Il Nypd ha dichiarato in una nota che a suo carico ci sarebbe anche un'accusa per stupro. A supporto della polizia le testimonianze di due donne.

Non ha voluto rilasciare dichiarazioni l'avvocato dell'ex produttore, affermando solamente che Weinstein al momento "è molto solo e arrabbiato" e che "si dichiara del tutto estraneo ai fatti che gli vengono contestati".

I procuratori di Manhattan avrebbero già pronta un'accusa di stupro di primo e terzo grado e di atti sessuali di primo grado. Il produttore è indagato per reati analoghi a Los Angeles e a Londra.

Sempre con le manette ai polsi, Weinstein si è recato in tribunale e secondo la Cnn la cauzione dovrebbe essere fissata attorno ai dieci milioni di dollari.

Fino ad ora il guru della cinematografia a stelle e strisce si trovava in una clinica rehab per curare la dipendenza da sesso.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002