Sequestrate in Calabria settemila piante di marijuana

Sequestrate in Calabria settemila piante di marijuana



Importante operazione delle forze dell’ordine calabresi. Un sequestro di ben settemila pianta di marijuana è stato posto in essere dalla guardia di finanza in provincia di Reggio Calabria. Un quantitativo davvero consistente da cui si sarebbe potuto ricavare oltre quattro tonnellate di sostanza stupefacente da riversare sul mercato illecito, sicuramente collegato alla ‘ndrangheta. A scoprire le piantagioni sono stati i finanzieri della Compagnia di Melito Porto Salvo che stavano collaborando alle indagini con i colleghi della sezione aerea di Lamezia Terme che hanno scovato dall’alto le piante, nascoste in un fitto canneto nel contesto di due terreni situati nei comuni di Bovalino e Roccaforte del Greco. Oltre alla sostanza stupefacente sono stati sequestrati l'intero impianto di irrigazione "a goccia", costituito da tubi in gomma pvc per un totale complessivo di circa uno virgola cinque chilometri e quattro timer che regolavano l'apertura e la chiusura dell'impianto irriguo. A coordinare le indagini le procure di Reggio Calabria e Locri. Al momento si sta cercando di risalire con certezza ai responsabili delle piantagioni e quindi dell’ingente quantitativo di marijuana.


E.R.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002