Sgarbi sul governo Draghi: «Fotocopia del precedente, le novità sono oscene, non darò la fiducia»


L’Onorevole Vittorio Sgarbi

''Una fotocopia del precedente''. Vittorio Sgarbi boccia il neo Governo Draghi. ''Una terribile delusione. Un Governo malato, attacca. Avevo riposto la massima fiducia in Draghi, ma le sue virtù non possono compensare la vera e propria metastasi di una malattia ben più grave del Covid: incapacità e incompetenza''. ''La conferma di Di Maio, Speranza e Franceschini, rende questo Governo una malinconica fotocopia del Governo Conte, cercando solo di accontentare, in modo spudorato, tutte le componenti politiche'', sottolinea. ''Novità oscene: come, per esempio, l'ammiccamento a Forza Italia con la Carfagna, il cui principale pregio è l'elaborazione della legge sulla prostituzione minorile che ha portato al processo Ruby (patetica vergogna)'', aggiunge. ''Draghi ha perso una occasione storica. Ha compiaciuto gli appetiti dei partiti e ha deluso gli italiani che confidavano in lui. Dopo lo scandaloso voto dei grillini opportunisti e poltronisti, ha avuto ragione ad andarsene Di Battista. Per quanto mi riguarda non potrò mai votare il Governo Draghi-Di Maio: un Governo senza speranza nonostante Speranza", conclude Sgarbi.

0 commenti

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002