The Young Hope #rinascitaitalia: Roberto Mancini

Conduce il giornalista di Rai Sport Jacopo Volpe:



Mancini: Nel campionato 1979-1980 ho indossato la prima maglia azzurra nelle giovanili, e ho vissuto e visto come il calcio, ma lo sport unisca tutto il paese ma lo sport a livello nazionale e come vetrina estera del valore italiano. Bisogna fare dei sacrifici per arrivare ma quando senti l’inno, forse sei ancora un bambino, ma inizi a capire l’importanza di essere un giocatore della nazionale.

Credo che rappresentare la nazionale italiana, soprattutto nel calcio che è uno sport amato da tutti e forse rappresenta l’unico momento in cui in Italia tutti tifano per la stessa squadra, è un’emozione straordinaria. La nazionale italiana ha un passato straordinario in tutti gli sport, è qualcosa che è sempre andato bene nel nostro Paese.

Ho fatto dei sacrifici nella mia vita, per arrivare a certi livelli bisogna farne. Per arrivare a obiettivi importanti devi avere regole rigide anche da giovane. In uno sport di squadra è importante che tutti le rispettino; se una squadra ha tutte le componenti giuste si può centrare l’obiettivo iniziale.

Qualcuno che ha più paura di altri ci sarà, ma i giocatori non lo danno a vedere. Fortunatamente noi siamo sotto una bolla, veniamo testati ogni tre giorni. Ma come è successo proprio qualche giorno fa, qualche problema il Covid ce lo crea. Con la giusta attenzione però penso si possa andare avanti ugualmente».


Gli stadi vuoti si vivono male, lo sport è fatto per essere “giocato” davanti alle persone che si divertono, o cambia completamente lo spettacolo. Per questo abbiamo speranza che la situazione possa migliorare per tutto lo sport

Negli anni in cui giocavo io qualcuno doveva soffrire e spero di riprendere con gli interessi adesso da CT. Speriamo di trovare dei Mancini, Dei Baggio, dei Vialli, Dei Totti… dopo l’eliminazione dal mondiale russo stiamo ricostruendo e sta andando bene. È importante la passione e il divertimento per i ragazzi perché se sarà calcio sarà ancora meglio!

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002