Toninelli chiede il ritiro della patente a chi guida con il cellulare

Toninelli chiede il ritiro della patente a chi guida con il cellulare




Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Danilo Toninelli, in questa estate funestata da incidenti gravissimi come quello avvenuto a Bologna per il quale è in corso l’acquisizione dfel traffico telefonico e web dell’autista che ha causato il maxitamponamento, preannuncia una stretta con misure più severe per chi persevera a parlare con il cellulare in mano mentre è alla guida di un veicolo. Il ministro grillino insiste quindi sul ritiro della patente al reo.


L’Istat riporta la distrazione causata dall’uso del cellulare tra le prime cause degli incidenti stradali, in crescita esponenziale, da guidatori ancora e sempre più incuranti delle conseguenze di questa abitudine già più volte dichiarata fuorilegge. Nell’ultimo anno, secondo i sondaggi dell’Istituto nazionale di statistica, sono state quasi centocinquantamila le contravvenzioni scattate per questa tipologia di infrazione alle norme sulla circolazione.


L’uso alquanto spregiudicato, soprattutto dello smartphone, implica sempre una distrazione dalla guida, e favorisce lòa disattenzione del guidatore che non dovrebbe essere distratto da ciò che sta facendo, dal momento che ha cura non soltanto della propria pelle, ma dovrebbe averne anche di quella altrui.


Toninelli il trentun luglio rispondendo in audizione al Senato ha dichiarato: «Penso sia il momento di inasprire qualche sanzione» e ieri è stato ancora più esplicito tornando sul tema dicendo: «Stiamo ragionando su un inasprimento delle sanzioni» per chi usa lo smartphone mentre sta guidando, «Fino all’eventualità del ritiro immediato della patente». Naturalmente servono più controlli e una doverosa opera di sensibilizzazione culturale, specie tra i giovani altrimenti si avranno sempre risultati parziali.


Una campagna culturale, anche “cruda” si rivelerebbe essere oggi necessaria per far capire ancora a quanti impeterriti si ostinano a ignorare il reale pericolo di un uso sconsiderato dello smartphone, in attesa di un serio inasprimento delle leggi che magari induca a maggior meditazione.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002