Torta alla Marjuana, una ricetta da non provare: denunciati dai Carabinieri dopo un malore


È accaduto nei giorni scorsi in un’abitazione di Verano Brianza. Una coppia di giovani fidanzati, entrambi ventunenni, nel pomeriggio, aveva pensato bene di preparare una torta senza seguire alla lettera la ricetta della nonna e inserendo nell’impasto un grosso quantitativo di marijuana.


Nei giorni antecedenti i due fidanzatini avevano scaricato la ricetta da qualche sito web “alternativo”, comprato gli ingredienti base, procurato lo stupefacente e preparato la torta dei “sogni”. Avevano poi invitato altri tre amici, tra cui un’altra ragazza, con l’idea di provare tutti insieme il dolce. E così, sentendosi un po’ Masterchef, in un contesto da American Pie, la serata in realtà si è trasformata in una scena degna di Una notte da leoni. Infatti, l’effetto dello stupefacente, il contributo di bevande alcoliche, ha dato subito i suoi effetti tanto che a circa un’ora di distanza attorno alle ore 20:00, i cinque ragazzi sono stati costretti a chiamare il “118” a causa delle forti allucinazioni e dei malori incessanti. Una delle ragazze era addirittura quasi priva di coscienza.


Subito sono sopraggiunti anche i Carabinieri della Compagnia di Seregno dinanzi ai quali tutti hanno ammesso le proprie responsabilità.

All’interno dell’appartamento è stata poi rinvenuta ulteriore sostanza stupefacente e il resto della torta rimasta, ben custodita all’interno del frigorifero, pronta per la colazione del giorno dopo.


I cinque giovani tutti trasportati in codice giallo presso gli ospedali di Monza e Desio sono stati poco dopo dimessi senza prognosi.

Al termine degli accertamenti eseguiti dai Carabinieri della Compagnia di Seregno, la coppia di giovani chef, in ragione della cessione del preparato agli amici, è stata deferita all’Autorità Giudiziaria di Monza per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti mentre gli altri tre giovani, tutti ventunenni, di cui due di Meda ed uno di Briosco, è scattata la segnalazione alla Prefettura di Monza e della Brianza quali assuntori.

0 commenti