Ultrà tenta di accoltellare Immobile in spiaggia
  • AF

Ultrà tenta di accoltellare Immobile in spiaggia



Attimi di paura per Ciro Immobile. L'attaccante della Lazio, infatti, è stato aggredito da un ultrà mentre era sulla spiaggia di Francavilla a Mare, in Abruzzo, con la famiglia e gli amici.

Il calciatore si stava godendo la meritata vacanza quando un uomo lo ha avvicinato con il pretesto di farsi una fotografia insieme. Pochi minuti dopo. però, sono venute a galla le vere intenzioni del sedicente fan. L'aggressore, un trentacinquenne pescarese, ha cominciato a insultare Immobile, accusandolo di aver tradito la squadra del Pescara passando alla Lazio.


Un'onta troppo grossa da lavare, visto che proprio grazie all'attaccante, che nella stagione 2011-2012 ha conquistato il titolo di capocannoniere della serie B, la squadra di Zeman ha avuto la promozione in A. Immobile, non immaginando neppure minimamente quello che sarebbe da lì a poco accaduto, ha cercato di sdrammatizzare, ma sono volati insulti e parole grosse finché, all'apice della tensione, il tifoso ha improvvisamente estratto un coltello, minacciando di uccidere il giocatore. Sulla spiaggia si è scatenato il panico. I bagnanti, accortisi della tragedia che stava per consumarsi, si sono messi a urlare, qualcuno ha immediatamente chiamato i soccorsi. L'aggressore, a quel punto, è scappato. Si è prima allontanato a piedi, poi ha tentato di far perdere le proprie tracce dileguandosi su uno scooter insieme con un’altra persona. I carabinieri della Stazione di Francavilla al Mare e del Nucleo Operativo Radiomobile di Chieti, grazie ai testimoni in spiaggia, sono comunque riusciti a identificare il malintenzionato. Si tratta di un ragazzo già noto alle forze dell'ordine e sottoposto a Daspo, che è stato denunciato per minaccia aggravata e porto abusivo di arma. L'ultrà ora rischia pure un nuovo Daspo. Il movente della tentata aggressione, secondo gli inquirenti, sarebbe «riconducibile alla rivalità tra squadre».


Mauro Cioffi, titolare del Lido Bianco di Francavilla Al Mare ha spiegato: «Ci dispiace per quello che è successo, sono cose che non si possono prevedere, questa è una spiaggia tranquilla, tenuta bene, non è una spiaggia di vip e non abbiamo la sicurezza. E' un episodio spiacevole, che capita quando ci sono persone che danno troppa importanza alla fede calcistica: è la prima volta che capita una cosa del genere».

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002