Un attacco informatico paralizza la stampa dei maggiori giornali Usa

Un attacco informatico paralizza la stampa dei maggiori giornali Usa



Gli hacker hanno dimostrato che possono mettere ko anche la grande stampa. Un attacco informatico ha paralizzato alcuni dei più importanti quotidiani americani creando serie difficoltà alla distribuzione. Nel mirino il Wall Street Journal, il New York Times, il Los Angeles Times, il Chicago Tribune and il Baltimore Sun.


Il cyber attack ha mandato in tilt, sabato scorso, per alcune ore la stampa, provocando importanti ritardi. L’attacco si è giovato del fatto che alcuni giornali a Los Angeles, come il Los Angeles Times e le edizioni del Sun e del Tribune, hanno una piattaforma di produzione comune. Quindi in virus si è propagato immediatamente. Colpite anche le edizioni della west coast del Wall Street Journal e del New York Times.


La portavoce del gruppo editoriale Tribune, Marisa Kollias, ha detto che è stato colpito il back office della piattaforma di produzione dei quotidiani ma ha precisato che “secondo le verifiche effettuate non sono stati colpiti i dati personali degli abbonati né delle loro care di credito”. L’editore Jeff Light ha scritto sul suo sito web che gran parte degli abbonati al San Diego Union Tribune, il più importante e diffuso quotidiano locale, sono rimasti senza l’edizione di domenica”. Il portavoce del Dipartimento della Sicurezza interna degli Stati Uniti, Katie Waldman. ha detto che “la situazione è sotto osservazione”. Nessun commento invece è venuto dall’FBI.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002