• AF

Insonnia per un bambino su quattro: stress, luce artificiale e smartphone tra le cause


L'insonnia, un problema non solo per i grandi. Si stima che nel mondo industrializzato il 25% dei bambini al di sotto dei 5 anni soffra di disturbi del sonno, mentre dopo i 6 anni e fino all'adolescenza la percentuale si attesta intorno al 10-12%. Rispetto a cento anni fa i bambini nel mondo occidentale dormono in media 2 ore in meno. I disturbi del sonno, aumentati soprattutto negli ultimi 20-30 anni, possono avere effetti negativi sulla salute e sulla qualità della vita anche dei genitori.


Le cause principali sono i ritmi frenetici, l'aumento delle luci artificiali e l'utilizzo sempre più precoce degli strumenti elettronici. A queste si accompagnano i fattori genetici e l'ordine di nascita: alcuni studi riportano una maggiore frequenza di insonnia nei primogeniti e nei figli unici. Anche un'eventuale depressione materna può essere all'origine di un’insonnia in un bambino: il 38% delle madri di "cattivi dormitori" ha sintomi nevrotici e/o depressivi, l'85% sentimenti ambivalenti nei confronti del bambino. A questi fattori predisponenti si aggiungono poi gli errori di comportamento dei genitori, soprattutto la tendenza ad accorrere subito e a prendere in braccio il bambino sia all'addormentamento che durante i risvegli e l'abitudine alla condivisione del letto dei genitori.


Una cattiva qualità del sonno può comportare diversi disturbi che molti non attribuiscono all’alterazione del sonno. Basti pensare al ridotto profitto scolastico e ai problemi di apprendimento: il 28% dei bambini con insufficiente quantità di sonno si addormenta a scuola una volta a settimana, il 22% facendo i compiti, il 32% è troppo stanco per fare sport.


A questi fenomeni si aggiungono la sonnolenza, la disattenzione, la ridotta memoria di lavoro, lo scarso controllo degli impulsi e disregolazione del comportamento, il rischio di traumi accidentali, l’obesità, i disturbi metabolici, la predisposizione al diabete, i disturbi depressivi, l’abuso di alcool, cannabis e altre droghe durante l’adolescenza, la depressione.


Non ultimo è da considerare che il problema del sonno del bambino può avere ripercussioni anche gravi su tutto l'ambito familiare determinando una scarsa salute fisica e mentale dei genitori.



Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002