Un sub a pesca fa il miracolo, riemerge il Cristo degli Abissi
  • AF

Un sub a pesca fa il miracolo, riemerge il Cristo degli Abissi


Il Cristo degli Abissi è stato ritrovato e potrà tornare al suo posto, vale a dire nella Cattedrale blu dell’Adriatica davanti il piccolo porto di Vallevò di Rocca San Giovanni, nella provincia abruzzese di Chieti. Nella mattinata di lunedì il ritrovamento, vicino al molo di San Vito Marina, con la statua rimasta incastrata tra le rocce. La scoperta è ad opera del sub di Lanciano Luigi Morgione, di 58 anni, il quale s’era calato in mare per effettuare una sessione di pesca amatoriale. Stupore e sorpresa, poi tramutatesi velocemente in gioia, alla vista di quell’ammasso di metallo che rappresenta il Cristo, che da 24 anni protegge, secondo la tradizione, il mare ed i suoi pescatori. Dieci giorni fa, le ricerche dei sub carabinieri che avevano scandagliato i fondali di Vallevò, si rivelarono infruttuose. Morgione, in apnea, ha scambiato inizialmente il blocco di metallo per una copia della Coppa del Mondo. Accortosi poi delle mani alzate al cielo del Cristo ha immediatamente avvisato i carabinieri, che nel frattempo hanno portato in superficie, all’incirca alle ore 9, la statua.

Nella sua lunga storia, il Cristo si era inabissato a sei metri di profondità il 7 agosto del 1994, per poi esser rimesso al suo posto il 21 luglio del 2017, a causa di operazioni di pulitura e manutenzione. Il Cristo degli Abissi è stato definito da un raggiante Andrea Monaco, presidente dell’associazione Orsa Minore di Lanciano, “la nostra icona, che ci ha accompagnato in 30 anni di lavoro impegnativo e di qualità”. La statua, alta 73 centimetri per 15 kg di peso, tornerà ora tra le onde della Costa dei Trabocchi. “Una gioia immensa”, commenta il sindaco di Rocca San Giovanni Gianni di Rito, che prosegue, “Per noi il Cristo aveva un enorme significato morale. I carabinieri me lo riconsegneranno in Comune”.

Iscrizione n° 144/2017       del 28/09/2017 del Registro della Stampa;        Tribunale di Roma

Direttore Responsabile:      Monica Macchioni

Editore: Ultra! S.r.l.-Via E. Gianturco 5-Roma

                         P.I.: 13394291002