Una task force nazionale per combattere la violenza contro le donne


"Le donne troppo spesso sono al centro di episodi di violenza che culminano in omicidi. Casi in costante crescita che hanno spinto il legislatore ad agire in situazione d’emergenza fino al punto di configurare l’aggravante del femmicidio, che nell'ordinamento penale italiano ha fatto la sua comparsa con il decreto legge del 14 agosto 2013, n. 93 costituendo dunque un sottoinsieme della totalità dei casi di omicidio aventi un individuo di sesso femminile come vittima". È quanto si legge in una nota dell'AISPIS, promotrice del convegno organizzato il 23 luglio alle 11:30 presso la sala stampa Camera dei Deputati.


Il progetto è quello di realizzare una task force nazionale, ideata dal Presidente AISPIS Iolanda Ippolito con la collaborazione del vicepresidente Bonifacio Marilena e la Segretaria Generale Antonella Cortese che insieme ai vertici dell’Accademia Italiana delle Scienze Polizia investigativa e Scientifica (AISPIS ) si propongono di tessere una rete di protezione in favore delle donne. L'obiettivo è quello di estendere il coinvolgimento delle associazioni e degli esperti del settore, oltre alle forze dell'ordine, attraverso un coordinamento permanente volto a prevenire le violenze e individuare per tempo le situazioni a rischio. «Monitorare e conoscere è il primo passo per provare a cambiare una cultura sbagliata», si legge nella nota.

Al convegno prenderanno parte il vicepresidente della Camera Fabio Rampelli, i deputati pentastellati Luigi lovino e Felice Mariani, Laura Corrotti della Regione Lazio, la scrittrice Gemma Tisci, l'avvocato Lucia Portento, la criminologa Francesca Beneduce, Titti Di Salvo dell'Esecutivo nazionale PD e Presidente LED, Giuseppe Moretti Presidente Sindacato USPP, il capogruppo di FI all'Europarlamento, la deputata del PD Silvia Fregolent, Concetta La Sala della Prefettura di Napoli, i deputati PD Cosimo Maria Ferri e Gianfranco Librandi, Luca Massaccesi Segretario generale osservatorio sul Bullismo e doping, Sara Manfuso Presidente dell'associazione #ioCosì, e infine Maria Pia Pizzolante di Rete Futura.

0 commenti