Avocado, come scegliere quello perfetto al supermercato: il trucco per non sbagliare più

L’avocado, da qualche anno, è entrato a far parte anche della nostra alimentazione: ma come scegliere quello perfetto al supermercato? Il trucco

Negli ultimi anni l’avocado è prepotentemente entrato a far parte della nostra alimentazione. Inserito nella categoria dei superfood, questo frutto esotico apporta veramente tantissimi benefici all’organismo umano. Stando agli studi, l’assunzione di tale prodotto comporterebbe una riduzione del rischio cardiovascolare e l’aumento della fertilità. Come se non bastasse, l’avocado offre un elevato senso di sazietà e per questo motivo aiuterebbe a perdere peso. Ricco di calcio e di potassio, può essere consumato in tantissimi modi: occhio però a non esagerare dal momento che l’apporto calorico non può essere trascurato.

C’è chi preferisce sbucciarlo in altre pietanze, chi preparare meravigliosi toast, chi grattugiarlo su alimenti come carne, pollo o pesce. Il frutto in questione apporterebbe 160 calorie per ogni 100 grammi. Quando è troppo duro, tuttavia, difficilmente può essere consumato dal momento che ha un bruttissimo sapore. Per questo motivo bisognerebbe scegliere quello maturo al supermercato. Quest’oggi vogliamo svelarvi un trucchetto sfizioso per scegliere il migliore quando fai la spesa (a proposito, sai quali sono i discount più economici d’Italia?).

Avocado, come scegliere quello perfetto al supermercato: trucco incredibile

Avocado al supermercato come scegliere migliore
Avocado tagliato a metà – Spraynews.it

L’avocado è veramente un prodotto unico nel suo genere e rientra nella categoria dei superfood per le sue proprietà benefiche. Come suggerito, ricordatevi però di non esagerare: la maggior parte dei nutrizionisti consiglierebbe 70 grammi al giorno. Fatta questa piccola premessa, cerchiamo di capire come scegliere quello perfetto al supermercato. Quando facciamo la spesa, spesso e volentieri usiamo troppa sufficienza e compriamo quindi prodotti non conformi alle aspettative. Conoscere invece i giusti trucchi vi permetterà non soltanto di godere di alimenti di qualità eccezionale ma anche di risparmiare soldi (se acquistate cibi scadenti e poi li gettate nell’immondizia, farete sicuramente un grosso spreco).

Come spiegato dal cuoco fondatore di Gastrofutura Andreas Handke, per capire se un avocado è buono e maturo devi semplicemente scuoterlo. Se il nocciolo si muove leggermente, il grado di maturazione è quello giusto. Portando il frutto vicino l’orecchio e sentite battere contro la polpa, avrete tra le mani un avocado al punto giusto. Se manca il nocciolo, potete invece osservare il colore in quel punto: se è marrone, vuol dire che l’avocado è maturo. Attenzione però: se nella buccia ci sono macchie di colore nero il frutto sarà invece troppo maturo e andrà consumato subito.

Avocado al supermercato: cosa fare se è troppo duro

Se avete acquistato un avocado troppo duro con la speranza di farlo maturare in pochi giorni ma ciò non accade, non disperatevi. La soluzione sta come al solito nelle mele. 

Mettete in un sacchetto di carta il vostro avocado insieme ad una mela (o, in alternativa, una banana). L’etilene rilasciato dal frutto velocizzerà il processo e farà maturare il vostro avocado.

Impostazioni privacy