Cher ha ingaggiato 4 uomini per rapire il figlio? Ecco quale sarebbe il motivo

Cher avrebbe fatto rapire il figlio. La cantante avrebbe assoldato quattro uomini per portarlo via dalla sua stanza d’hotel ed evitare che incontrasse la ex moglie.

La notizia ha del clamoroso. Cher, cantante statunitense, avrebbe fatto rapire il figlio Elijah Blue Allman, il suo secondogenito nato dal matrimonio con Gregg Allman. A rivelarlo sono alcuni documenti giudiziari che contengono le dichiarazioni dell’ex nuora della cantante, Marieangela King, e che sono stati ottenuti dal Daily Mail. Proviamo a capire insieme come tutto ciò sia stato possibile.

Il figlio di Cher rapito su ordine della madre

I fatti, stando a quanto riportato dal Daily Mail, risalgono al 2022, ma sono stati resi noti soltanto ora. Proviamo a mettere insieme i pezzi, per capire nel dettaglio l’accaduto. Elijah Blue Allman, 47 anni, e Marieangela King, 36, si erano sposati nel 2013. Nel 2021 avevano deciso di comune accordo di separarsi. Un anno dopo, però, nel tentativo si salvare il matrimonio si erano riavvicinati. Così, il 30 novembre 2022, la coppia si trovava in una camera d’albergo per festeggiare l’anniversario.

Elijah Blue Allman
Immagine | Facebook @Elijah Blue Allman – Spraynews.it

È proprio lì che si consuma il rapimento: quattro uomini fanno irruzione nella stanza d’hotel e portano via il figlio di Cher. “Non so come stia, né dove si trovi mio marito, sono molto preoccupata – commenta la moglie alcuni giorni dopo – Mi è stato detto da uno dei quattro uomini che lo hanno preso che sono stati assoldati dalla madre. Capisco gli sforzi della sua famiglia per assicurarsi che stia bene e voglio ciò che è meglio per mio marito“.

Il passato complesso di Elijah

Le indagini sul presunto rapimento sono in corso, ma la storia ha avuto nel frattempo degli sviluppi. A confermare i rapporti non proprio idilliaci tra Cher e la moglie di suo figlio c’è stato, infatti, un secondo episodio. Marieangela sarebbe stata costretta ad abbandonare la casa della coppia, perché di proprietà di Cher. “L’ho fatto credendo che gli assegni di mantenimento sarebbero arrivati puntualmente e che sarei stata in grado di permettermi un alloggio“, si legge nei documenti del Tribunale.

Nel frattempo Elijah è stato allontanato dalla moglie. Marieangela sostiene che, dal presunto rapimento, non le sia più stato concesso vedere Elijah e che il marito sia stato trasferito in un luogo in cui non può usare il telefono. Parole che sembrano confermate. Il figlio di Cher si troverebbe, infatti, in un centro di riabilitazione a Pasadena, in California, dove è finito dopo essere stato visto più volte in pessimo stato a Los Angeles. Prima ancora, aveva vissuto per sei mesi allo Chateau Marmont di Los Angeles. Da tempo Elijah combatte contro la dipendenza dalla droga, che si è trovato ad affrontare fin da adolescente e che non sembra aver ancora superato. La madre lo aveva, addirittura, fatto seguire da una persona, ma non è bastato a tenerlo lontano dai problemi. Secondo quanto riferito dal Daily Mail, il personale dell’hotel di Los Angeles lo avrebbe rinvenuto privo di conoscenza. Una volta avvisata la madre, sarebbe iniziato l’ennesimo periodo di riabilitazione nella già citata struttura di Pasadena.

Impostazioni privacy