Cosa si celebra durante il Darwin Day?

Oggi, 12 febbraio, è la giornata internazionale dedicata a Charles Darwin. Scopriamo di più su di lui e sull’importanza di questo giorno

Charles Darwin è nato il 12 febbraio 1809. Quel giorno, nessuno sapeva che il piccolo Charles avrebbe cambiato per sempre il mondo della scienza, introducendo in modo razionale e laico una teoria che sarebbe diventata un paradigma universale. Una teoria in grado di spiegare la variabilità delle specie viventi e il loro adattarsi alle condizioni di vita più disparate.

Ma andiamo con ordine, perché prima di raccontarvi come celebrare correttamente questa giornata, bisogna capire perché è così importante conoscere Charles Darwin.

Chi era Charles Darwin?

Charles Darwin è stato un biologo, naturalista, geologo ed esploratore britannico, che ha introdotto la famosa e importante teoria dell’evoluzione delle specie vegetali e animali per selezione naturale.

Darwin pubblicò la sua teoria nel 1859, all’interno del libro L’origine della specie riportando importanti dati empirici raccolti durante il suo viaggio intorno al mondo a bordo della nave Beagle, che lo portò a scoprire tutte le particolari specie della costa delle Galapagos, una tappa fondamentale ed illuminante del suo viaggio esplorativo.

La teoria evoluzionistica di Charles Darwin

disegno che raffigura parti del corpo di un uccello
Concetto di variabilità intraspecifica di Darwin – spraynews.it

Il contributo scientifico di Darwin è stato decisivo, perciò vogliamo riassumere brevemente i punti focali della sua teoria, elencando i tre presupporti fondamentali che lo scienziato britannico è stato in grado di introdurre rivoluzionando il mondo scientifico:

  • Riproduzione: gli organismi viventi tendono a riprodursi in grande quantità, tanto che presto le risorse naturali disponibili nel loro habitat tendono a scarseggiare e non essere sufficienti per la sussistenza di tutti gli esemplari.
  • Variazioni: esiste una variabilità intraspecifica, ovvero delle variazioni di caratteri all’interno di una stessa specie, ecco quindi che alcuni esemplari possono essere più alti o bassi, più veloci o più lenti, ecc.
  • Selezione: a causa della lotta per la sopravvivenza e per accaparrarsi le quantità di cibo ridotte, sopravvivono solo gli esemplari con delle caratteristiche vincenti, adatte ad ottenere il cibo e a garantire un vantaggio sugli altri. Chi non possiede queste caratteristiche perisce, in questo modo solo gli individui più adatti sopravvivono, promuovendo la selezione della specie.

Per capire l’importanza della teoria di Darwin, basti pensare che Mendel basò la sua legge sull’ereditarietà dei caratteri proprio su questa teoria e di conseguenza, possiamo dire che anche la scoperta stessa del DNA affondi le sue radici nel terreno reso fertile da Darwin.

Ancora ad oggi la teoria evoluzionistica non perde la sua importanza ed è alla base del continuo progredire scientifico, ecco le parole di Mario Tozzi, geologo e divulgatore scientifico:

“Le teorie sull’adattamento delle specie viventi all’ambiente oggi, in piena emergenza climatica e ambientale, sono più che mai attuali. L’evoluzione della specie è scienza. È stato dimostrato che sopravvivono meglio gli esseri di piccole dimensioni, poco specializzati e versatili”

Quando e perché è nato il Darwin Day?

La giornata internazionale dedicata a Darwin, è nata nel Regno Unito per celebrare il giorno della nascita di Charles Darwin. Questa tradizione è cominciata a partire dall’anno della morte di Darwin; quindi, nel 1882 e ancora oggi persiste.

Il Darwin Day è l’occasione non solo per ricordare Charles e la teoria dell’evoluzione, ma per difendere la razionalità e la laicità della scienza, che non può e non deve essere corrotta da pensieri metafisici e religiosi, ma deve sempre basarsi su dati empirici e razionali. Ecco, quindi, che durante il Darwin Day ogni anno si organizzano dibattiti e conferenze che durano addirittura per tutto il mese di febbraio e inizio marzo.

Nonostante sia una tradizione nata in Inghilterra e poi portata avanti negli Stati Uniti, è approdata anche in Italia nel 2003 grazie all’Unione degli Atei Agnostici Razionalisti.

Come festeggiare il Darwin Day?

Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano interni con persone che camminano per i corridoi
Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano – Creative Commons Attribution-Share Alike 4.0 – spraynews.it

In tutta Italia si festeggia questo giorno importante in modi differenti, con attività spesso organizzate a livello locale da scuole, università o da altre istituzioni e che comprendono: conferenze, visite guidate ai musei scientifici e laboratori.

Ecco qualche iniziativa da tenere presente per festeggiare al meglio il Darwin Day:

  • Milano, Museo Naturale: ogni anno qui vengono organizzati eventi dedicati adatti anche ai più piccoli ed estremamente immersivi.
  • Trento, MUSE: Museo delle Scienze, offre degli sconti speciali prolungati per più giorni e giochi e laboratori incentrati sull’interazione tra esseri umani e fauna selvatica.
  • Cosenza, Webinar sull’influenza di Darwin sulla spiegazione del fenomeno religioso
  • Catania, Incontro “Chi siamo? Da Dove veniamo?”
  • Il 22 febbraio, inoltre, si terrà a Milano un evento per festeggiare il Darwin Day a distanza di qualche giorno, e si tratta di un evento chiamato “AI, il prossimo grande balzo” in cui, ancora una volta la teoria dell’evoluzione di Darwin servirà per guardare al futuro: l’incontro vedrà come protagonista Nicola Ludwig, professore di Fisica applicata della Statale di Milano, in excursus dedicato all’AI e al suo essere considerata alla stregua di una nuova forma di vita che, come tale, è soggetta ad evoluzione.

In conclusione, oggi ti consigliamo di dedicare almeno un paio d’ore della tua giornata alla scienza: che sia visitando un museo della tua città, guardando un documentario o approfondendo un tema di interesse tramite un libro, vivi questa giornata in nome del progresso scientifico e ricorda che oggi non saremmo dove siamo senza il contributo di uomini e pensatori come Darwin.

Impostazioni privacy