Da dove proviene il pollo della LIDL? La risposta non è così scontata

Ancora nubi sulle carni della Lidl, gli allevamenti di polli scelti per il marchio tornano a fare parlare di loro

Il tema del benessere degli animali negli allevamenti è sempre più centrale e negli ultimi anni sono state tantissime le contestazioni arrivate da parte degli ambientalisti a sottolineare una situazione particolare che ha colpito proprio il noto supermercato. Tanti degli allevamenti che fornivano carne di pollo per la nota catena di supermercati Lidl, infatti, erano situato in Germania e sembravano decisamente non rispettare le norme basilari per il benessere animale. Sono emersi diversi video al riguardo che le associazioni a tutela degli animali hanno messo in rete con evidente danno per l’azienda che, ad oggi, ha tuttavia deciso di esporsi in maniera pubblica rinnovando i suoi criteri di scelta dei fornitori.

Lidl pensa al benessere animale, nuove iniziative e progetti all’orizzonte, allertati i fornitori

Da dove proviene il pollo della LIDL
Pulcini allevati in incubatrice -(Spraynews.it)

La cattiva pubblicità emersa negli anni passati va senza dubbio spazzata via e nel farlo la Lidl sembra abbia deciso di intervenire in maniera netta. Per lo meno questo è quello che si evince stando ai comunicati presenti sul sito stesso del marchio.

Lidl pensa al benessere degli animali e le proprie politiche di approvvigionamento sono mirate ad offrire un assortimento sempre più responsabile. l’Italia è impegnata nel favorire pratiche di allevamento più sostenibili, garantendo maggior spazio agli animali e luce naturale, anche Lidl pone attenzione sul fatto che i propri fornitori adempiano a tali doveri e l’obiettivo è quello di raggiungere standard sempre più alti nei prossimi anni, facendo in modo che sempre maggiori prodotti di carne fresca di pollo provengano da allevamento con elevato standard di garanzia del benessere animale”.

Bisognerà adesso vedere quanto le buone intenzioni andranno poi a corrispondere alla realtà, tuttavia l’esposizione pubblica di Lidl è senza dubbio un primo passo importante. L’azienda già sotto i riflettori continuerà ad esserlo e dunque tutto fa pensare che gli standard ricercati saranno rispettati. Il benessere degli animali, anche se destinati al macello, è un tema centrale ed importantissimo, la vita va rispettata fino alla fine in ogni sua forma ed inoltre, pare ormai assodato, che una qualità di vita migliore possa garantire anche un prodotto migliore per il consumatore.

Per far sì che gli allevamenti intensivi possano davvero essere sostenibili la strada è ancora lunga, pare però che siano molti i marchi ormai attenti a questo fattore e questo soprattutto per via dell’attenzione che anche i consumatori pongono al riguardo e che devono continuare a porre per raggiungere gli obiettivi prefissati in maniera celere e duratura.

Impostazioni privacy