Firma digitale, cos’è e come ottenerla: tutto sul nuovo strumento digitale

La Firma digitale è un utile strumento in era di digitalizzazione. Scopriamo come ottenerla, a cosa serve e qual è il suo costo.

Grazie alla Firma digitale è possibile firmare un documento online comodamente da casa. Velocizza le procedure garantendo sicurezza.

Grazie a procedure informatiche basate su tecniche crittografate nasce la Firma digitale. Tale tecnologia permette di associare inscindibilmente un numero binario – ossia la firma – ad un documento informatico, un insieme di bit volto a rappresentare dati, atti o fatti rilevanti dal punto di vista giuridico.

Con la Firma digitale è possibile conferire validità legale ai documenti informatici e sottoscrivere contratti, dichiarazioni, atti amministrativi a distanza sia nel settore pubblico che privato. La Firma digitale è molto più di una Firma elettronica. Si riferisce ad un solo soggetto in modo univoco e al documento su cui si appone. Proprio l’apposizione sostituisce timbri, punzoni, sigilli, contrassegni o quant’altro previsto dalla normativa. Lo strumento, dunque, garantisce autenticità, integrità, validità legale e affidabilità dei documenti al pari di una firma autografa.

Come ottenere la Firma digitale e quanto costa

La Firma digitale va richiesta dai prestatori di servizi fiduciari presenti nelle liste stilate dagli Stati membri UE. L’utente può scegliere tra diversi prodotti, tutti generalmente costituiti da una smart card o altro device con all’interno un certificato di firma digitale rinnovabile e un dispositivo volto alla lettura della smart card.

Come funziona la firma digitale
Come funziona la firma digitale (Spraynews.it)

Sul mercato si trovano anche un kit completo di chiavetta USB con certificato di Firma digitale e altri dispositivi che consentono la firma dei documenti tramite soluzioni in cloud. Tutte le procedure sono virtuali e sicure (richiedono l’utilizzo di password usa e getta tramite chiavetta OTP oppure App o sms. Tra i provider certificati segnaliamo ARUBA PEC, Banca D’Italia, Infocert, IntesaSanpaolo, Poste Italiane. Ogni provider ha una sua procedura da attuare nonché il proprio kit di installazione.

Per avere la Firma digitale, dunque, occorrerà

  • scegliere il provider,
  • acquistare la Firma,
  • procedere con l’identificazione,
  • attivare il kit,
  • usare la Firma digitale.

Quanto costa l’acquisto? I costi variano e dipendono dal provider e dall’offerta del mercato. In generale la spesa media è di circa 25/30 euro sia con sottoscrizione fisica che da remoto. La cifra sale fino a 60/80 euro optando per il chip installato in un token USB che funge da lettore. Pochi ordini professionali e le Camere di Commercio rilasciano gratuitamente il dispositivo.

Concludiamo accennando alla Firma Digitale usa e getta dedicata a chi pensa di usare lo strumento massimo tre volte all’anno. Si richiede con SPID e costa intorno ai tre euro.

Impostazioni privacy