ISEE, grosso cambiamento in arrivo: la novità che nessuno si aspettava

ISEE, grosso cambiamento in arrivo: quali sono le novità in arrivo? Nessuno si aspettava che sarebbe mai accaduto. E’ ora di fare chiarezza.

Una delle attestazioni più importanti per ottenere benefici e sussidi è sicuramente l’ISEE: la dichiarazione che certifica per l’appunto la situazione economica equivalente della famiglia. Ogni nucleo familiare infatti a prescindere se si vive da soli o se al contrario sia composto da più persone, si reca per la redazione di tal documento presso il proprio patronato o CAF di fiducia. Quello che conta è che tale documentazione venga periodicamente aggiornata.

Uno degli intoppi ricorrenti infatti che si stanno riscontrando in questo periodo è quello di rinvenire delle attestazioni ISEE errate in quanto non aggiornate o semplicemente scadute e presentate da chi vuole accedere al sussidio dell’assegno unico o dell’assegno di inclusione. Ecco perché l’INPS più volte ha sollevato questi casi di anomalia affinché gli interessati ripristinassero la situazione idonea.

ISEE, cambiamento in arrivo: il Governo non vuole attendere

mani che lavorano al pc
ISEE novità Governo (Spraynews.it)

A quanto pare qualcosa sta cambiando, almeno questo è quanto aleggia negli ultimi giorni. Il Governo si sta preparando a rivedere l’ISEE e le novità in arrivo sarebbero due: la prima riguarda l’esclusione dal tetto ISEE le somme di denaro fino a €50.000 investite in buoni del tesoro, BTP. La seconda invece verte sulla possibilità di depennare dal calcolo alcune voci che fanno reddito, come ad esempio la prima casa e l’assegno unico per le famiglie.

E’ ora di fare un attimo chiarezza per non farsi trovare impreparati. Per quanto concerne quindi il primo punto elencato sopra, ovvero l‘esclusione dal calcolo i titoli di stato fino a 50 mila euro ha lo scopo di incentivare l’acquisto di BTP. La novità a quanto pare è già abbastanza matura e pronta per essere attuata. Già nella legge di bilancio si parlava di questa misura solo che l’Inps ha spiegato che l’entrata di provvedimento non era immediata perché era necessario prima apportare altre modifiche. Il provvedimento è pronto e quindi il Governo vuole procedere anche in maniera abbastanza celere, si annunciano tempi abbastanza brevi.

E sulla questione prima casa?

Per quanto concerne invece la seconda novità ovvero quella tesa a rimuovere dal calcolo altre voci che tendono a far lievitare l’ISEE come appunto la prima casa e l’assegno unico, la richiesta arriva dalle associazioni che hanno posto il problema di quelle entrate che non costituiscono reddito IRPEF ma finiscono nella dichiarazione sostitutiva. Un dato che di fatto taglia molte famiglie ad altri bonus e prestazioni sociali sociali. Su questo aspetto si sta molto valutando circa l’opportunità di apportare tale modifica.

Impostazioni privacy