Lucio Battisti, avete capito chi è il figlio? È famosissimo, sulle orme del padre

L’eredità di Lucio Battisti non sta solo nella sua musica. Suo figlio ha seguito le orme paterne, ma non lo avete riconosciuto.

Lucio Battisti è entrato nella storia della musica italiana da protagonista. Le sue canzoni sono cantate da tutti da generazioni e non verrà mai dimenticato. Suo figlio è riuscito a ritagliarsi il suo spazio seguendo le orme del padre, ma in pochi hanno riconosciuto il figlio d’arte per chi sia davvero.

Lucio Battisti ha avuto un unico figlio. Nato nel 1973, Luca Filippo Carlo è figlio di Lucio Battisti e di Grazia Letizia Veronese. Nonostante l’ingombrante figura del genitore potesse essere uno scoglio duro da superare, Luca ha deciso di intraprendere la carriera nel mondo della musica. Per evitare di essere accostato al famosissimo padre ha deciso, tuttavia, di darsi lo pseudonimo di Lou Scoppiato e ha iniziato la sua carriera in Inghilterra. Anche in questo caso l’influenza del padre c’è stata. Non è un segreto, infatti, che Battisti amasse profondamente la musica e la cultura britannica.

Il primo contatto di Luca Filippo Carlo con il mondo della musica lo ebbe da bambino sotto la guida del padre Lucio. Fu Luca a disegnare le faccine multicolore sulla copertina dell’album Il nostro caro angelo, uno degli album di maggior successo di Lucio Battisti, nonché il primo scritto e composto senza l’aiuto di Mogol. La carriera vera e propria di Luca nel mondo della musica ebbe inizio a Londra, dove fondò nel 2000 il gruppo Hospital, mentre portava avanti le sue passioni artistiche per pittura e scultura. Per tutta la sua vita Luca lottò duramente per non far trapelare la sua parentela con Lucio Battisti.

I problemi di un’eredità tanto gravosa

Secondo lo stesso Luca, come commentato in un’intervista al Sole 24 Ore, “Le canzoni di mio padre non possono finire nelle mani di chiunque“. La famiglia dell’artista è sempre stata estremamente gelosa delle canzoni di Lucio Battisti, al punto da guardare con sospetto le richieste delle piattaforme streaming che chiedevano di poterle mettere nei loro cataloghi. Ci vollero lunghe trattative per permettere a Spotify e Apple Music di poter riprodurre le canzoni di Lucio Battisti sulle loro piattaforme.

Un altro episodio molto particolare accadde presso il comune di Molteno, in cui viveva Lucio Battisti. L’amministrazione voleva organizzare un evento in memoria dell’artista intitolato Un’avventura, le emozioni. Questa possibilità non piacque per niente alla famiglia Battisti, che ritenne l’evento “mercantile e di scarsa qualità, non adeguato al livello dell’artista e compromissorio della sua immagine“.

Il figlio di Lucio Battisti
Il figlio di Lucio Battisti fa il musicista a Londra – ANSA – spraynews.it

La carriera musicale

La storia con il comune di Molteno si è conclusa in tribunale, quando il giudice ha dato ragione all’amministrazione costringendo la famiglia di Battisti a un grosso risarcimento per i danni. Intanto la carriera musicale di Luca è continuata.

A Londra gli Hospital ebbero un discreto successo, pur conservando al filosofia di Luca di non vendere la sua musica, ma distribuirla gratis al di fuori dei canali ufficiali.

Impostazioni privacy