Morto a 23 anni dopo l’estrazione di due denti: quello che è successo mette i brividi

Un giovane di 23 anni è morto dopo l’estrazione di due denti: delle complicazioni inimmaginabili e un’agonia devastante.

Una morte sconcertante quella di un ragazzo di appena 23 anni, che è rimasto in coma per 14 giorni, dopo aver subito un’operazione dentistica assolutamente di routine. Il giovane, infatti, si era recato nello studio del dentista per una semplice estrazione di due denti, ma a quel punto per lui è iniziato un vero e proprio calvario. La notizia è stata diffusa da alcuni media internazionali.

Il caso ha sollevato preoccupazioni sui potenziali rischi anche nelle procedure dentistiche comuni, ma non solo: la famiglia del giovane vuole giustizia per quanto accaduto e ha denunciato l’ospedale, dove il ragazzo si era recato per l’operazione di estrazione dei due denti. L’episodio che ha suscitato davvero molto clamore si è verificato in Cina, ma ha avuto vasta diffusione proprio per l’assurdità di quello che è avvenuto al giovane uomo.

L’estrazione di due denti causa un’emorragia cerebrale: morto un giovane di 23 anni

estrazione denti
L’estrazione di due denti causa un’emorragia cerebrale (Spraynews.it)

In queste ore, l’ospedale respinge le accuse, ma la disputa su quanto avvenuto continua con richieste di risarcimento da parte della famiglia della vittima. Al momento, non è ancora chiaro se ci siano delle responsabilità soggettive da parte del dentista che ha proceduto all’estrazione, per cui continua il braccio di ferro legale e ancora non è stato nemmeno officiato il funerale del giovane.

Difatti, da quanto si è potuto apprendere, la salma del 23enne rimasto vittima di questo episodio gravissimo di malasanità è rimasta “in custodia” presso le pompe funebri a causa delle preoccupazioni della famiglia sulla compromissione delle prove. Secondo la difesa del dentista, quanto avvenuto è stato causato da una scarsa igiene orale da parte del giovane deceduto.

Se in sostanza si fosse proceduto prima e si fosse prestato attenzione a dei piccoli accorgimenti, il giovane non sarebbe giunto dal medico con i denti in quelle condizioni. Una brutta storia, dunque, che finisce appunto in un’aula di tribunale. Da una parte, in queste ore, si mette in luce l’importanza della manutenzione dell’igiene orale, dall’altra si considerano i rischi di banali operazioni.

Impostazioni privacy