Vuoi difenderti dai vicini ficcanaso? Io ho risolto con questa pianta in giardino

Per la sua forma questa pianta è l’ideale se vuoi difenderti dai vicini ficcanaso, ecco qual è e tutte le sue caratteristiche.

Le piante non sono soltanto molto belle per il paesaggio, ma possono essere estremamente utili, ci avevi mai pensato? Ci sono delle piante che crescono talmente tanto che possono fare da barriera da occhi indiscreti, ad esempio.

Se vuoi difenderti da vicini ficcanaso c’è una pianta in particolare che può fare davvero al caso tuo. Io ho risolto una situazione imbarazzante proprio in questo modo e sono qui per darti tutte le informazioni sull’argomento. Non sulla situazione imbarazzante, ma sulle caratteristiche della pianta, ovviamente.

Qui di seguito ne parlerò nello specifico con tutti i dettagli. Si tratta di una pianta molto grande e colorata, un vero e proprio spettacolo della natura, non si può farne a meno.

Vuoi difenderti dai vicini ficcanaso? Ecco la pianta giusta per te

Ortensia rosa in giardino
Ortensia rosa (Spraynews.it)

Stavo parlando dell’ortensia. È una pianta famosissima che è impossibile non aver sentito nominare almeno una volta, anche se non si è dei grandi esperti di giardinaggio. Il suo nome scientifico è Hydrangea e si presenta come un arbusto in grado di far fiorire dei gruppi di fiori.

I suoi fiori, infatti, sono delle inflorescenze formate da piccoli fiori colorati. I colori vanno da varie tonalità di blu e viola, al rosa. Ma anche al bianco e al rosso. Non solo, si possono controllare i colori dei fiori cambiando il terreno in cui la pianta cresce. Quindi, si possono creare delle sfumature estremamente affascinanti.

L’ortensia per crescere sana e forte, al contrario di moltissime altre piante, ha bisogno di un terreno acido e per curarlo è sufficiente un ingrediente che tutti abbiamo in casa: l’aceto di vino bianco. Grazie al parere degli esperti e grazie agli strumenti che sono in grado di misurare l’acidità precisa del terreno, si può agire mantenendo un pH sempre adeguato (tra 4,5 e 6,5).

L’aceto deve essere diluito (un cucchiaino in 1 litro di acqua) per fare il giusto effetto. Ma ricordati che l’ortensia non è una pianta che ha bisogno di acqua tutti i giorni. Andrà bene una o due volte a settimana controllando lo stato del terreno.

Se il pH del terreno si abbassa sotto il 4,5 come valore la pianta potrebbe avere una carenza di ferro. Mentre se il pH si alza sopra al 6,5, allora si può andare incontro ad una carenza di cloro. La conseguenza è l’ingiallimento delle foglie e la poca salute della pianta in generale.

Quindi, serve un po’ di attenzione e qualche accortezza, però, poi l’ortensia ti regalerà una parete di foglie verde brillante e delle palle ricche di fiorellini dai colori molto intensi.

 

Impostazioni privacy