YouTube ha trovato un nuovo modo geniale per spingerti a fare l’abbonamento Premium

Sempre più contenuti da urlo su YouTube, Ma Google è geniale per spingerti all’abbonamento Premium. Lo stanno facendo tutti.

Modi differenti di mettere in pratica una strategia ormai chiara a tutti: scarichi un app gratis, la provi nella sua versione free, impazzisci di gioia, la comincia a usare, poi tac… per la versione Pro, o Premium se preferite tanto è la stessa cosa, bisogna sottoscrivere un abbonamento più o meno economico.

Di esempi se ne possono fare a bizzeffe, in tutti i campi. Dai telefonini, l’iPhone 15 nella sua versione standard ha la Dynamic Island (per tutti e quattro gli smartphone), ma questa novità, per quanto strepitosa, era dell’anno scorso, in esclusiva sulle versioni Pro. La dinamica è la stessa per Amazon (con Prime) per l’e-commerce.

Le app, ormai funzionano così. Spotify funziona così per la musica, se vogliamo scoprire di più sulle piante bisogna abbonarsi a un Premium che migliora l’esperienza di un’app scaricata. Nel mondo del gaming funziona così: scarichi un gioco apparentemente bellissimo, ma per migliorarti devi spendere o diventare cheaters/hacker. YouTube, invece, ha trovato ha trovato un nuovo modo geniale per spingerti a fare l’abbonamento Premium, con la parolina magica che ha iniziato a farsi largo in questo 2023 e diventerà chiave nel 2024.

L’intelligenza artificiale sbarca su YouTube. E nulla sarà come prima, ma devi farti l’abbonamento

Per gli abbonati Premium, quelli che spendono 13,99 euro al mese per avere delle funzioni tanto speciali quanto esclusive, come i Playables per gli appassionati di game, che possono giocare fondamentalmente senza scaricare nulla. Ma ci sono almeno paio di nuove funzionalità AI sull’app mobile che rivoluzionano l’esperienza su una delle piattaforme di Google che va per la maggiore.

youtube abbonamento
YouTube, le nuove funzioni AI sono a disposizione – spraynews.it

La più impressionante è l’intelligenza artificiale conversazionale: una funzione che consente di rispondere alle domande su un video che stai guardando, consigliando a un utente/abbonato i contenuti. Sui cosiddetti “eligible videos”, o video idonei, c’è un pulsante nuovo, situato sotto il nome del canale. Spingendolo si aprirà un’interfaccia di chat in cui l’utente potrà dialogare con il bot. Ci si può divertire a domandare qualsiasi cosa inerente al video, ma anche scegliere uno dei suggerimenti preimpostati.

I feedback di chi l’ha provata sono essenzialmente positivi, partendo però dal presupposto che questa funzione è ancora nella sua fase embrionale, che fa rima con sperimentale. Le funzioni AI conversazionali su YouTube sono attualmente disponibili solo per i possessori di Android, per gli utenti americani maggiorenni e a disposizione per un tempo limitato, fino al 15 dicembre.

Impostazioni privacy