Assegno INPS ogni mese con arretrati fino a 3.000 euro: chi lo può avere e perché

Assegno unico e universale, fino a 3.000 euro di arretrati per le famiglie con figli a carico. Ecco come ottenerlo.

Da gennaio 2022, è stato introdotto in Italia l’assegno unico e universale, un sostegno economico per le famiglie con figli a carico. L’assegno è erogato dall’INPS e viene calcolato in base all’ISEE della famiglia.

L’assegno unico e universale è un’importante misura di sostegno alle famiglie, che può impattare in maniera significativa e positiva sul bilancio familiare. Ma vediamo insieme chi può usufruirne, come richiederlo e a quanto ammonta l’importo dell’assegno INPS, facendo chiarezza sul punto.

Assegno unico e universale, fino a 3.000 euro di arretrati: ecco chi può richiederli e come procedere

L’assegno unico e universale è un’importante misura di sostegno alle famiglie, che può dare un contributo significativo al bilancio familiare. In particolare, può essere un aiuto concreto per le famiglie con figli a carico di età inferiore ai 21 anni. I nuclei familiari che hanno già percepito gli assegni familiari (ANF) nel 2021 possono richiedere gli arretrati dell’assegno unico e universale fino a un massimo di 5 anni indietro. Come già anticipato, questo aiuto economico spetta alle famiglie con figli minorenni a carico. Tuttavia anche quelle con figli maggiorenni possono usufruirne a patto che si verifichi almeno una delle seguenti condizioni: siano studenti, frequentino un corso di formazione professionale e/o siano disabili.

Come richiedere l'Assegno Unico e a chi spetta?
Assegno unico e universale, fino a 3.000 euro di sostegno per le famiglie con figli a carico (spraynews.it)

Ma come richiederlo e a quanto ammonta l’importo erogabile? La domanda per l’assegno unico e universale può essere presentata online sul sito dell’INPS o tramite Patronato. Mentre quella per poter ricevere eventuali arretrati, deve essere presentata entro e non oltre il 30 giugno 2023. Per quanto riguarda l’importo, questo varia in base all’ISEE della famiglia e al numero di figli a carico. Per le famiglie con ISEE fino a 15.000 euro, l’importo dell’assegno è di: 175 euro per ogni figlio minorenne. 250 euro per ogni figlio maggiorenne studente o in formazione professionale. E 300, invece, euro per ogni figlio maggiorenne disabile. Mentre per le famiglie con ISEE compreso tra 15.000 euro e 40.000 euro, l’importo dell’assegno è ridotto in modo graduale.

Specifichiamo che l’assegno unico e universale è erogato a partire dal mese di marzo 2022. Tuttavia, i nuclei familiari che hanno già percepito gli assegni familiari (ANF) nel 2021 possono richiedere gli arretrati dell’assegno unico e universale. In particolare, gli arretrati dell’assegno unico e universale spettano fino a un massimo di 5 anni indietro.

Impostazioni privacy