Bonus famiglia 75%: un sostegno fortissimo che ti aiuta nelle spese più importanti | Gioia per l’aiuto

E’ in arrivo un sostegno fortissimo che aiuta nelle spese più importanti: ecco tutto ciò che c’è da sapere sul bonus famiglia 75%.

Esiste un sostegno fortissimo per le famiglie che aiuta nelle spese più importanti. Si tratta di un bonus che consente di affrontare con maggiore serenità un gran numero di spese e a cui si può accedere in un determinato caso specifico.

Cosa sapere sul bonus famiglia 75%
Le famiglie possono richiedere un bonus 75% – Spraynews.it

In questo articolo, approfondire tutto ciò che c’è da sapere sul bonus famiglia 75% che per molti rappresenta un aiuto concreto messo in atto dal governo nei confronti dei contribuenti. Esso in particolare comprende una serie di agevolazioni di cui è bene essere a conoscenza.

Bonus famiglia 75%, cosa sapere sulla misura

In pochi sono a conoscenza del bonus famiglia 75%, una misura pensata appositamente per i contribuenti e che racchiude in se una serie di agevolazioni. Queste si applicano soltanto in alcuni casi specifici di cui è bene essere a conoscenza.

Cosa sapere sul bonus famiglia 75%
Le persone disabili possono usufruire di un bonus per eliminare le barriere architettoniche – Spraynews.it

Nello specifico, la misura è stata introdotta per l’abbattimento  delle barriere architettoniche. Queste rappresentano dei veri e propri ostacoli per le persone disabili che dunque non possono usufruire degli spazi come anche di accedere agli edifici come anche alle strutture. Di conseguenza, le predette barriere sono porte eccessivamente strette, gradini e così via.

Alla luce di quanto appena detto, quello in esame è un bonus prorogato fino al 2025 e che può arrivare fino al 75%. L’applicazione è prevista per gli interventi presentati entro il 16 febbraio di quest’anno. I lavori possono riguardare la sostituzione di infissi, ascensori, rampe o ancora montacarichi.

L’entità dell’importo massimo può variare dai 30mila ai 50mila euro, ciò dipende dall’edificio sul quale sono svolti i lavori. Com’è chiaro, bisogna precisare che la misura in esame non può essere applicata nel semplice caso di acquisto di beni mobili, anche se destinati ad una persona disabile e dunque con difficoltà di movimento.

Sempre in riferimento agli interventi che rientrano nell’agevolazione che prevede la detrazione del 75%, peraltro, essi sono stabiliti all’interno del decreto del Ministro dei lavori pubblici n. 236 del 14 giugno 1989. Oltre a ciò, è importante stabilire che nei condomini, è necessario che i lavori siano approvati dalla maggioranza dei partecipanti durante l’assemblea condominiale.

Ad ogni modo, quello in esame è senza dubbio un bonus molto importante che mira ad abbattere le barriere architettoniche che, a conti fatti, impediscono in molti casi il normale svolgimento delle attività quotidiana da parte delle persone affette da handicap.

Impostazioni privacy