Colombia, le attrazioni imperdibili da vedere almeno una volta nella vita

Avete intenzione di visitare la Colombia ma non sapere quali attrazioni vedere? Ecco una lista delle migliori, assolutamente da non perdere

Se la Colombia non è ancora nella vostra lista dei desideri, forse è il momento di aggiungerla. Le sue belle spiagge, le maestose Ande, la ricca Foresta Amazzonica, l’aroma del buon caffè, i vivaci festival e soprattutto la calorosa ospitalità dei suoi abitanti meritano di essere scoperti. Pronti a esplorare città affascinanti, partecipare a festival vibranti e visitare attrazioni imperdibili?

Una terra tutta da scoprire: ecco le migliori attrazioni della Colombia

La Colombia, situata nella parte nord-occidentale del Sud America, confina con il Venezuela, il Brasile, il Perù, l’Ecuador e il Panama. È un paese unico in quanto si affaccia sia sull’Oceano Atlantico che sul Pacifico, distinguendosi come l’unico stato sudamericano a godere di questa doppia esposizione oceanica. Le sue bellezze non si limitano alla terraferma, poiché l’arcipelago di San Andrés, Providencia e Santa Catalina offre isole incantevoli da esplorare.

Ecco cosa vedere.

Bogotà. Bogotà, la capitale colombiana situata a oltre 2.600 metri di altitudine, è, ovviamente, una tappa imperdibile nel vostro viaggio. Tra i suoi tesori spiccano la Candelaria, il suggestivo centro storico, la Cattedrale Primada de Colombia, monumento nazionale e sede dell’arcivescovado, Plaza Bolivar, cuore pulsante della città con edifici iconici e il Santuario di Monserrate, a 3.152 metri di altitudine sul livello del mare, che veglia tradizionalmente sulla città.

Foto aerea di Bogotà
Immagine | Pixabay @Wirestock – Spraynews.it

Cartagena de Indias. Cartagena de Indias è la città colombiana più vivace, un tesoro da esplorare. Con le sue affascinanti casette colorate in stile coloniale, sembra quasi un dipinto. Attrazioni da non perdere includono la Plaza de Los Coches e la Plaza de la Aduana collegate da El Portal de los Dulces, la suggestiva Iglesia de San Pedro Claver e il caratteristico quartiere Getsemani. Durante l’era coloniale, Cartagena fu un cruciale snodo commerciale, soggetto a frequenti attacchi dei pirati. Le maestose mura che circondano il centro storico, ora Patrimonio dell’UNESCO, raccontano storie epiche di quei tempi e sono il cuore turistico della città, in contrasto con la periferia trasandata e disordinata, un riflesso delle complesse contraddizioni della Colombia.

Medellin. Se Cartagena de Indias incarna la vivacità dei colori, Medellin è la città dell’eterna primavera, nonché la seconda metropoli più grande della Colombia. Grazie a un efficiente sistema di metro, cabinovie e scale mobili, è possibile esplorare agevolmente tutte e sedici le comunas in breve tempo! Le opportunità di svago sono molteplici: vi consiglio vivamente di ammirare il panorama da Barrio Santo Domingo, godere del Parco delle Sculture nel Barrio Cerro Nutibara e esplorare il centro storico caotico e multicolore della città. Medellin è anche la culla e il punto di partenza dell’ascesa criminale ed economica di Pablo Escobar, uno dei più ricchi e potenti trafficanti di droga della storia. La sua vita e i luoghi legati alla sua storia, resi celebri da serie TV come Narcos, hanno trasformato Medellin in una destinazione turistica, dove i siti legati a Escobar sono diventati vere e proprie attrazioni per i visitatori.

Arcipelago di San Andrès. In mezzo al Mar dei Caraibi, a qualche centinaio di chilometri dalla terraferma, si estende l’Arcipelago di San Andrés, un autentico angolo di paradiso colombiano con spiagge di sabbia bianca e acque cristalline. È una destinazione ideale per gli amanti del mare e del relax, offrendo inoltre fantastiche opportunità per lo snorkeling e una varietà di sport acquatici. La vivacità culturale di San Andrés è un ulteriore motivo per esplorare questa gemma. Durante l’anno, l’isola ospita numerosi festival, come il Crab Festival l’1 gennaio, una festa coinvolgente con prelibatezze a base di granchio e performance musicali dal vivo. Il Green Moon Festival è un altro evento imperdibile, celebrando la ricca cucina locale e la cultura dell’isola attraverso una serie di manifestazioni dedicate alla letteratura, alla storia, alla musica e alla danza. San Andrés potrebbe rappresentare una conclusione perfetta per il vostro viaggio in Colombia.

Leticia. Per gli esploratori con una voglia di avventura, una tappa imperdibile è Leticia, la porta d’accesso all’Amazzonia colombiana. Questa città, capoluogo del dipartimento di Amazonas, sorge come un vitale porto fluviale sul Rio delle Amazzoni, rappresentando la località più meridionale dell’intera Colombia. Inoltre, si colloca al centro della Tres Fronteras, un’area unica dove convergono i confini di Colombia, Perù e Brasile. Leticia offre emozionanti opportunità di esplorazione, tra cui la visita al Jardin Zoologico, che permette di conoscere gli abitanti della foresta, inclusa la caratteristica Victoria amazzonica. Successivamente, potrete immergervi nell’avventura esplorando il Parque Nacional Amacayacu, dove guide locali vi accompagneranno lungo percorsi che svelano la straordinaria biodiversità della regione.

Santa Marta. Santa Marta, la seconda città più antica di tutto il Sud America, è considerata la Perla dei Caraibi dai colombiani. Qui, l’atmosfera è diversa da Cartagena de Indias o Bogotà, con una tranquilla località balneare che offre un assaggio autentico della vita colombiana. Il centro storico, di dimensioni ridotte e perfettamente esplorabile a piedi, si anima di gruppi musicali nelle serate. Tra le attrazioni più visitate spicca la Quinta de San Pedro Alejandrino, la fattoria che fu rifugio di Simon Bolivar negli ultimi anni della sua vita. Il suo letto e l’orologio, ancora fermo al 17 dicembre 1830, giorno della sua morte, sono testimonianze palpabili di questo importante periodo storico. Santa Marta funge da porta d’accesso al Parque Tayrona, una delle gemme più suggestive di tutta la Colombia. Inoltre, dalla città partono i tour per esplorare la misteriosa Ciudad Perdida.

Parque Tayrona. Il Parque Tayrona, situato a circa 35 chilometri da Santa Marta, è un autentico spettacolo della natura che non può mancare nel vostro viaggio in Colombia. Offre spiagge paradisiache, una vasta giungla e l’incontro con animali esotici. La presenza delle popolazioni indigene locali contribuisce alla protezione e conservazione del parco. Esteso su 15.000 ettari, di cui 3.000 sono dedicati all’area marina, il parco ospita una varietà di fauna, tra cui pantere, leopardi e puma. Durante le escursioni, avrete l’opportunità di esplorare rovine archeologiche che testimoniano la millenaria presenza della tribù Tayrona. Questa comunità si insediò nella zona sin dall’epoca precolombiana, resistendo anche all’arrivo dei Conquistadores.

Ciudad Perdida. Da Santa Marta, oltre a raggiungere il Parque Tayrona, numerosi tour conducono a un’altra meta straordinaria: la Ciudad Perdida. Se avete una passione per la natura e l’avventura, il trekking verso la Ciudad Perdida è un’esperienza imperdibile. Benché impegnativo, richieda una buona forma fisica e una selezione attenta del tour, rappresenta uno dei percorsi più affascinanti dell’intero Sud America. La bellezza di questo luogo è amplificata dal fatto che vi incontrerete con pochi turisti, poiché la maggior parte preferisce rimanere nelle vicinanze della costa. La Ciudad Perdida è un antico santuario Teyuna risalente all’VIII secolo d.C., situato nel cuore della Sierra Nevada de Santa Marta, avvolto dalla giungla tropicale. Scoperto nel 1972 da esploratori, è oggi il sito archeologico più celebre della Colombia, dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO. Considerato sacro dalle tre etnie locali, Kogi, Wiwa e Arhuaco, il territorio è sotto la giurisdizione indigena. Le guide saranno membri di queste tribù, e il percorso, che richiede alcuni giorni, può essere affrontato solo con l’accompagnamento di una guida.

Deserto di Tatacoa. La Colombia non si limita solo a spiagge e foreste; offre anche un deserto, il Deserto di Tatacoa. Situato tra la Cordigliera Occidentale e Centrale, si estende su circa 56.500 ettari, con un’altitudine compresa tra i 386 e i 900 metri sopra il livello del mare. Esplorare questo deserto regalerà esperienze e ricordi unici. Potete scegliere diverse modalità di visita: in bicicletta, a cavallo, in moto o motocarro. Passare la notte qui e godervi il cielo stellato è un’esperienza indimenticabile. Durante la visita, assicuratevi di non perdere i Laberintos del Cusco, formazioni rocciose che al tramonto si tingono di rosso, l’osservatorio astronomico, perfetto per ammirare le costellazioni e il punto panoramico di Ventanas, che offre uno sguardo unico sulla Cordigliera Occidentale.

La Cattedrale di sale di Zipaquirà. Interamente scolpita nel sale a 180 metri di profondità, la Cattedrale di Sale di Zipaquirà regala ai suoi visitatori un’esperienza unica grazie alla sua maestosità. Si tratta di una spettacolare chiesa costruita all’interno di un’antica miniera di sale abbandonata, situata nel territorio di Zipaquirà, a circa 50 km da Bogotá. È sia un’attrazione turistica che un luogo di pellegrinaggio unico al mondo.

Impostazioni privacy