Facile preparare la pizza napoletana in casa, ma fai attenzione a questi ‘errori’: stanne davvero alla larga

Preparare la pizza napoletana in casa è davvero semplice, basta prestare attenzione a questi ‘errori’: stanne alla larga!

La pizza, soprattutto quella napoletana, è uno di piatti più amati e soprattutto più buoni della tradizione culinaria italiana. Non si può venire a Napoli, visitare la città partenopea e non fermarsi in qualche pizzeria per gustare una pizza buonissima, partendo dalla semplice Margherita, finendo con quella più complessa che il pizzaiolo propone.

Sembrerebbe davvero semplice da fare: un po’ di acqua, lievito e farina ed il gioco è fatto. Ebbene seppur sembri così facile, in realtà non lo è, perché tantissime persone che provano a riproporla in casa, commettono degli ‘errori’ davvero banali che dovrebbero essere eliminati. Vediamo insieme, di seguito, di quali si tratta.

Pizza napoletana? Evita questi errori e sarà perfetta!

La pizza napoletana, come abbiamo detto in precedenza, rappresenta uno dei cibi più gustosi della cucina italiana. Così buoni che è stata portata anche fuori dalla nostra penisola, diffondendosi a macchia d’olio in tutto il mondo. Ognuno ha poi dato a quest’ultima una propria caratteristica, mettendo in essa ingredienti ‘strani’ (si ricordi l’ananas sulla pizza) e rendendola ‘propria’.

Ma se desideriamo realizzare in casa la vera pizza napoletana dobbiamo seguire dei consigli ed evitare enormi errori che vedremo di seguito.

errori evitare pizza
Gli errori banali da evitare con la preparazione della pizza (Spraynews.it)

Tra gli errori più comuni, solitamente commessi, troviamo:

  • Un lievito è uguale all’altro. Sbagliatissimo! Se volete ottenere la vera pizza napoletana non dovete assolutamente utilizzare il lievito istantaneo o in polvere: sarebbe un enorme errore. Il consiglio, di esperti pizzaioli, è quello di utilizzare un lievito fresco o lievito madre (questo sarebbe perfetto) e creare così un panetto perfetto e soprattutto alto e soffice.
  • Non pesare il sale. Fare ‘ad occhio’, mettendo la quantità di sale che desideriamo all’interno dell’impasto, non è certo la scelta migliore. Al contrario è bene seguire letteralmente la ricetta, pesare il sale ed aggiungerlo all’impasto.
  • Lievitazione breve in frigo. Quest’ultima viene effettuata solo se in corner, cioè se abbiamo molto tempo a nostra disposizione e l’impasto appare spesso umido. Al contrario, per avere una lievitazione perfetta, è bene utilizzare una ciotola, capiente, in cui riporre l’impasto stesso e coprire il tutto con il canovaccio, riponendolo in forno spento e lasciandolo lì per circa 3 ore.
  • Scegliere la farina sbagliata. Ebbene, tutti in casa sicuramente possediamo la farina 00, quella perfetta ed utile per la preparazione dei dolci. Ecco quindi che dobbiamo scordarci totalmente di utilizzarla ed acquistare piuttosto quella apposita per le pizze. In commercio ve ne sono diverse, basta solamente scegliere quella giusta ed il gioco è fatto.
Impostazioni privacy