Fare l’amore dopo i 60 anni è sorprendentemente salutare: cervello e cuore vi ringrazieranno

La sessualità è molto importante per il nostro benessere psicofisico, soprattutto superati i 60 anni. Ecco gli esiti di una ricerca americana.

L’attività sessuale non è solo uno dei piaceri della vita, come sappiamo tutti. Può essere anche un toccasana per la nostra salute, soprattutto superata una determinata età. Avere un’attività sessuale ancora viva, anche se abbiamo superato i 60 anni, può infatti far molto bene al nostro corpo e al nostro organismo. In particolare a cervello e cuore.

Oggi vi parleremo infatti di un interessantissimo studio dell’Hope College, in Michigan (Usa), che ha analizzato la vita sessuale di un folto numero di persone di età compresa tra i 62 i 74 anni. In particolare, coloro i quali hanno dichiarato di avere un’attività sessuale “molto piacevole e soddisfacente” hanno anche una salute cognitiva migliore. Ecco gli esiti della ricerca statunitense.

Da sempre, a metà tra la scienza e le ricette con basi meno solide, un po’ tutti siamo alla ricerca di quello che viene definito l’elisir di eterna giovinezza. A voler usare un’espressione giornalistica, potremmo dunque dire che avere una vita sessuale appagante anche superati i 60 anni è un segreto importante di longevità.

Longevità e benessere. Perché, come spesso sosteniamo, l’importante non è tanto e non è solo vivere a lungo. Ma conta (e parecchio) vedere come si vive. Una vita lunga è sicuramente qualcosa che bramano quasi tutti, ma una vita sana, senza malessere e sofferenza è certamente agognata da chiunque. Andiamo a vedere, allora, in che modo il sesso in età matura può influire su tutto questo.

L’attività sessuale dopo i 60 anni: un toccasana per la salute

La ricerca del team americano ha coinvolto 1.683 persone di età compresa tra i 62 e i 74 anni. I test effettuati avrebbero dato degli esiti molto interessanti, perché chi, tra queste persone mature, fa sesso almeno una volta alla settimana ha ottenuto punteggi più alti nei test cognitivi rispetto a coloro che non avevano fatto sesso nell’ultimo anno. Questo ha portato i ricercatori a sostenere che chi ha ancora una vita sessuale attiva ha una salute cognitiva più giovane anche di cinque anni rispetto a chi, invece, non fa sesso. 

fare amore dopo 60 anni
Sessualità over 60: un toccasana per cuore e cervello – (spraynews.it)

Il sesso, quindi, aiuta a rimanere giovani. In particolare, aiuta a far rimanere giovane il cervello. Ma non solo, l’attività sessuale, proprio per il piacere che provoca, per l’appagamento anche emotivo, nonché le sicurezze sull’essere ancora piacenti nonostante l’età, abbassa sensibilmente i livelli di stress che, come sappiamo, sono tra le principali cause delle malattie cardiovascolari, ma anche del diabete. Possiamo dunque dire che, oltre che al cervello, l’attività sessuale in età matura faccia bene anche al cuore.

Utile, infatti, il rilascio di dopamina, che è un importante neurotrasmettitore, che, se ben attivato, preserva dall’insorgenza di malattie neurodegenerative. E, allora, non esitiamo ad amarci. Anche a una certa età.

Impostazioni privacy