Magnesio, a cosa serve e quando bisogna prenderlo

A cosa serve il magnesio: in quali cibi trovarlo, come sarebbe preferibile assumerlo e quando bisogna prenderlo. 

Una corretta e costante assunzione di magnesio dà la possibilità al nostro organismo di funzionare correttamente. Ed è per queso motivo che tale minerale, presente in molti alimenti, dovrebbe essere sempre più presente nella nostra dieta.

Quando assumiamo un alimento ricco di magnesio, quest’ultimo agisce positivamente sul nostro organismo innescando centinaia di reazioni biochimiche finalizzate a salvaguardare la salute delle ossa e gran parte del nostro tessuto biologico.

Il magnesio è presente nel nostro organismo per il 60% delle ossa e il 40% dei tessuti molli. Oltre a prevenire patologie legate al sistema circolatorio o nervoso, riesce anche a stabilizzare l’umore e il metabolismo.

Quando bisogna prendere il magnesio e dove trovarlo

Fra i cibi più ricchi di magnesio, si possono scegliere: l’avocado, la frutta secca, il tofu, i legumi e alcuni tipi di pesce come il salmone o lo sgombro.

Alcuni medici decidono di prescrivere ai propri pazienti degli integratori di magnesio quando si ha – ad esempio – un problema di stanchezza cronica. Dopo un primo ciclo di assunzione, che abbia una durata di almeno quattro settimane, si possono iniziare a riscontrare i primi segni di miglioramento della salute e degli equilibri dei livelli di consumo di energia del paziente in questione.

Piatto orientale con tofu tagliato a pezzi
Tofu con semi di sesamo (Spraynews.it)

Gli esperti consigliano dunque di incrementare il più possibile il consumo di alimenti che contengano un alto tasso di magnesio soprattutto quando una persona tende a manifestare con frequenza dei sintomi come: l’immotivato e il costante senso di affaticamento, una frequente insonnia, oppure nel corso di cui l’individuo si trovi ad affrontare un periodo particolarmente stressante della sua vita.

Una dieta ricca di magnesio aiuta inoltre a favorire il buon funzionamento del nostro metabolismo, quindi si potrebbe dimostrarsi  la soluzione ideale anche per coloro che dimostrano di svolgere frequentemente un’attività sportiva agonistica.

L’assunzione di questo minerale favorisce anche reazioni positive in merito a problemi di salute come rischio di ostruzione delle vie circolatorie, tensioni muscolari, fragilità ossea e diabete.

Al di là di una raccomandata assunzione regolare di questo minerale, per evitare di assumere un quantitativo di magnesio non idoneo alla propria necessità oppure di assumerlo nella forma sbagliata (ad esempio: tramite integratori non efficaci) è sempre opportuno consultare il proprio medico di base prima di procedere con un autodiagnosi. Per una persona adulta, tendenzialmente, la dose massima giornaliera consigliata è 420 ml.

Impostazioni privacy