Michele Guardì, dallo scandalo al patrimonio: le cifre ti lasceranno senza fiato

Michele Guardì non ha bisogno di presentazioni, ma la curiosità del suo pubblico si ferma sul patrimonio: quanto guadagna?

Si torna ancora una volta a parlare di Michele Guardì, il noto autore televisivo che da molti anni è uno dei punti di riferimento della televisione italiana grazie al suo ruolo nei Fatti Vostri. È infatti la voce del Comitato, senza la quale la trasmissione di Rai Due probabilmente non sarebbe la stessa.

Recentemente è finito in mezzo allo scandalo per via di alcune registrazioni che sono state rese note da Striscia la Notizia, in cui si sente la sua voce parlare con toni davvero molto gravi di persone che in quel periodo lavoravano con lui nella trasmissione. Un vero e proprio polverone,che – per il momento – non pare essersi risolto.

Ma il motivo che lo porta al centro dell’attenzione in queste ore ha a che fare con i suoi guadagni. Il pubblico vorrebbe infatti soddisfare la sua curiosità scoprendo a quanto ammonta il patrimonio del noto autore tv: entriamo quindi nel merito con la risposta.

Michele Guardì, sapete quanto guadagna il noto autore tv?

Insomma, nonostante lo scandalo che lo ha travolto in questi giorni, non ci sono dubbi che il pubblico di affezionati non ha nessuna intenzione di smettere di seguirlo e continuare a sentire la sua voce, che ogni giorno interviene con i conduttori de i Fatti Vostri.

Il programma della mattina di Rai Due è stato creato proprio da lui nel 1990. E, dal 1991 fino al 1996, dato il grande successo, è andato in onda anche al venerdì in prima serata con il titolo I fatti vostri-Piazza Italia di sera. Si tratta di una trasmissione che nonostante il passare degli anni ha sempre avuto degli ottimi ascolti e che ha lanciato la carriera di molti conduttori, come ad esempio: Fabrizio Frizzi, Giancarlo Magalli, Alberto Castagna e Massimo Giletti.

michele guardì guadagni
Quali sono i guadagni di Michele Guardì. Credits: Ansa Foto (Spraynews.it)

Per quello che però concerne i guadagni del noto autore tv non si hanno delle notizie certe. Anzi, non ci sono cifre che possano in qualche modo fare capire a quanto ammonta il suo patrimonio, che però considerando i tanti anni di carriera, sarà davvero molto alto.

Detto questo, tra i tanti contenitori che portano la sua firma sempre in casa Rai, troviamo: Scommettiamo che…?, Mattina in famiglia,  Mezzogiorno in famiglia, Pomeriggio in famiglia, Papaveri e papere, Mille lire al mese, Vent’anni, Nientepopodimenoche, Piazza Grande, Insieme sul Due, Il lotto alle otto. Nelle sue creazioni televisive, Guardì ha usato gli pseudonimi La Commissione, Il Comitato, La giuria demoscopica, Signor Vent’anni.

Impostazioni privacy